17 Again – Ritorno al liceo

0

Un film di Pete Docter, Bob Peterson. Con Edward Asner, Christopher Plummer, Jordan Nagai, Bob Peterson, Delroy Lindo. Commedia, durata 104 min. – USA 2009. – Walt Disney data uscita 16/10/2009

Cosa faresti se ti fosse data una seconda possibilità nella vita?
Miko O’Donnell è un campione della squadra di basket del liceo. Un college scout lo segue durante una partita e il suo futuro sembra assicurato. Rinuncerà alla sua passione più grande scegliendo l’amore per Scarlett che aspetta un figlio da lui.

Mike O’Donnell, classe 1989, è un quarantenne deluso e irrequieto. Ex capitano della squadra di basket del liceo.
Abbandonato il campo di gioco a un canestro dal successo e da una prestigiosa borsa di studio, Mike vive col rimpianto di non aver fatto la scelta giusta.

20 anni dopo, Mike(Mattew Perry) è un pubblicitario sfigato e rassegnato che non riesce ad emergere sul lavoro, con i figli adolescenti si sforza inutilmente di avere un dialogo e la moglie ha chiesto il divorzio. E’ profondamente insoddisfatto della sua vita e continua a provare rimorsi e a chiedersi se ha fatto, tanti anni prima, la scelta giusta.
Miracolosamente gli viene data l’occasione per scoprirlo: ritorna diciassettenne e, aiutato dal suo vecchio amico sfigato del liceo ma ormai miliardario, riesce a riscoprire le cose belle dell’adolescenza ma rischia di perdere ciò che ha costruito con tanti sforzi e sacrifici.

La sospensione o il riavvolgimento temporale conducono i protagonisti a riconsiderare la propria esistenza, riconoscendo eventuali errori ed egoismi per poi, alla fine, rassicurasi delle scelte che si sono già fatte.

17 Again vorrebbe descrivere il disagio degli adolescenti americani di oggi, il bullismo, la paura dell’esclusione, l’ansia da prestazione, il rifiuto e l’emarginazione, il conformismo e la ribellione. Certo sembra a dir poco incredibile un ragazzo come Zac Efron(Mike da giovane) che regala pillole di saggezza sul fidanzamento, il sesso e il matrimonio per cui fa un po’ troppo genere disneyano.

Bisogna comunque riconoscere al regista Burr Steers la bravura di essere riuscito, in una maniera comunque piacevole, a raccontare una storia che potrebbe far riflettere molti ragazzi d’oggi, su quanto sia stupido pensare di trovare la persona giusta solo a 30 anni e che ci siano persone come i nostri genitori che da giovani hanno deciso di rinunciare, talvolta, alle loro aspirazioni più forti pur di vederci sorridere tra le loro braccia.

 

Cogitoetvolo