8 marzo 2008: un centenario poco convincente

0

Le origini della festa dell’8 Marzo risalgono al lontano 1908, quando, pochi giorni prima di questa data, a New York, le operaie dell’industria tessile Cotton scioperarono per protestare contro le terribili condizioni in cui erano costrette a lavorare. Lo sciopero si protrasse per alcuni giorni, finché l’8 marzo il proprietario Mr. Johnson, bloccò tutte le porte della fabbrica per impedire alle operaie di uscire.
Allo stabilimento venne appiccato il fuoco e le 129 operaie prigioniere all’interno morirono arse dalle fiamme. Successivamente questa data venne proposta come giornata di lotta internazionale, a favore delle donne, da Rosa Luxemburg, proprio in ricordo della tragedia.

Basandosi su questo episodio, da più parti ci si sta organizzando per festeggiare i cento anni da quando per colpa di un imprenditore senza scrupoli e senza cuore 129 donne persero la vita in modo atroce.

Il problema è che questo fatto non è mai avvenuto. Ebbene sì, ci troviamo di fronte ad una delle tante bufale che sono diventate “luoghi comuni” e sui quali non poche persone persone costruiscono teorie e opinioni assolutamente infondate. In questo caso si è costruita addirittura una festa!

E’ così, credetemi; provate a documentarvi. Non troverete da nessuna parte una prova storica che l’8 marzo 1908 sia accaduto quanto sopra descritto… C’è chi sostiene che la “festa” sia stata elaborata dalla stampa comunista ai tempi della guerra fredda; ma neanche questo è sicuro. Quello che è certo è che il centenario che molte donne si apprestano a festeggiare è riferito ad un autentico falso storico!

Per carità, ragazzi, non è mia intenzione giudicare l’opportunità o meno della Festa della donna, la sua utilità o la sua inutilità; non è l’obiettivo di questo articolo, per cui non vorrei urtare la sensibilità di nessuno, soprattutto del graditissimo e prezioso pubblico femminile di Cogitoetvolo.

Ma dato che l’obiettivo del sito è quello di aiutarci a pensare con la nostra testa e di “sfatare” tutta una serie di luoghi comuni, mi faceva piacere approfittare della festa di domani per farvi cogitare…

E auguri a tutte le donne!

 

Saverio Sgroi

Educatore con una grande passione per tutto quello che riguarda il mondo dei giovani, dai quali non finisco mai di imparare. Per loro e con loro mi sono imbarcato su questa nave di C&V, di cui sono stato il "capitano" fino alla fine del 2016. Poi ho lasciato la barca ai più giovani, con la convinzione che sapranno condurla verso porti sempre più prestigiosi.