Abbiamo bisogno gli uni degli altri

0

Nelle nostre vite, spesso ci capita di credere di poter fare a meno di chi ci sta intorno, di presumere di non aver bisogno di questa o di quell’altra persona. Forse certe volte siamo così bravi a scorgere i difetti di chi ci circonda che diciamo a noi stessi, anche inconsciamente: “che fortunato che sono ad essere così bravo, non come “Tizio” che è così pieno di difetti. Meno male che non sono come lui…” o anche “tranquillo, che non avrò mai bisogno di “Caio”, sono molto più bravo di lui…“.
E, così facendo, non ci rendiamo conto che è come se ci innalzassimo su alti piedistalli pensando di tenere tutti gli altri ai nostri piedi. Personalmente, anche se mi propongo continuamente di evitare un tale atteggiamento, puntualmente mi ritrovo ad autovenerarmi sul mio piedistallo, e a porre gli altri per terra, come un dio così trascendente che non vuol più avere neppure il minimo contatto con l’umanità.

Fare fronte a questo sentimento che tutti abbiamo e che ci fa sentire superiori agli altri, dunque, non è facile. Anzi, diciamo la verità, è assai difficile: bisogna sottoporre infatti se stessi ad un continuo allenamento, a una continua “palestra”, ad un allenamento che comporta forse errori ma che può condurci a fare grandi passi in avanti verso l’obiettivo di non considerarci sempre e comunque superiori agli altri. Per intraprendere questo allenamento non bisogna fare chissà quali sforzi psicologici, nè tanto meno isolarsi dal mondo e vivere di qualche filosofia orientale. Per accedere a questa “palestra” bisogna semplicemente riconoscersi uomini: uomini come tutti gli altri e quindi bisognosi gli uni degli altri!
Per fare ciò, penso che possiamo contare su un grande mezzo alla portata di tutti: la realtà!

La realtà, infatti, è questa: ogni uomo ha bisogno del suo vicino per realizzarsi. Quante volte infatti abbiamo pensato di poter fare a meno di questa o quell’altra persona e la realtà ci ha messo davanti a fatti che ci dimostrano il contrario? Personamentente, ogni volta che penso di poter fare a meno di qualcuno, subito dopo mi si presenta l’occasione in cui sono proprio io a dover “scendere dal mio piedistallo” e mendicare l’aiuto proprio di quella persona che un attimo prima avevo posto sotto i miei piedi.

Sta a noi fare tesoro di queste piccole situazioni, trasformare queste occasioni che la vita ci mette davanti in esperienza con cui arricchirci.
Non è forse vero che che tutti, e dico tutti, abbiamo bisogno gli uni degli altri?

 

Mi piace tantissimo camminare immerso nella natura e usare le mie mani per dare forma a quel che c'è dentro la mia testa. Ho una passione per tutto ciò che esiste di bello e quindi per la mia Sicilia. Sono laureato in Scienze Storiche e non mi fermo mai davanti alle apparenze ma le scavalco per guardare oltre cercando di far vivere e diffondere la verità intorno a me. Da grande mi piacerebbe fare il giornalista o l'artigiano e il mio grande desiderio è formare una famiglia!