Abruzzo e mezzi di comunicazione

0

In questo scorcio di anno la stampa mi sembra che abbia intensificato gli articoli che parlano di stupri, violenze, attacchi al Papa, incidenti, vendette sanguinarie. Anche i cani ci si mettono azzannando bambini, e anche due iguane hanno ucciso un uomo in non so quale isola.

Tutto ad un tratto è arrivato il terremoto, che con la sua tragica violenza ha portato in superficie anche tante testimonianze di solidarietà e di generosità.

Finalmente leggendo i giornali ci si accorge che negli italiani si sono risvegliati grandi slanci di altruismo, e le loro capacità sopite sono ritornate alla luce. Madonna che regala mezzo milione di dollari, sangue che arriva da tutte le parti d’Italia, calciatori che donano i loro introiti. Perfino i cani si sono riscattati recuperando superstiti tra le macerie.

E allora, perché non far sì che sempre sulla stampa ci siano queste notizie che incoraggiano  gli italiani, e li fanno sentire circondati non solo da strupratori e serial killers, ma anche da persone generose capaci di grandi sacrifici per il bene dell’altro?

Forse tutto questo sarebbe di incoraggiamento per non chiudersi entro le mura delle proprie case sulla difensiva, ma piuttosto per venir fuori con spirito costruttivo e con maggior coraggio e desiderio di  costruire insieme un mondo migliore.

E noi italiani questo lo sappiamo fare molto bene!

Cogitoetvolo