Bar & amici

0

Il bar, luogo relazionato con l’intimità; a seconda del tipo di locale viene chiamato in modi differenti.
Il bar è una via di mezzo tra la casa e la strada, nel senso che non è un luogo totalmente aperto come la strada, ma nemmeno profondamente riservato come la casa. È un luogo aperto a chiunque voglia entrare ma, una volta dentro, tutto – dalla disposizione dei tavoli, alla musica, all’illuminazione – concorre a creare un clima di intimità che invita a un certo raccoglimento interiore. 

Il bar, e specialmente i pub e i caffè, sono stati pensati per parlare con gli amici, per mettere  una parentesi tra il lavoro e la famiglia, per condividere il nostro mondo interiore con chi ci capisce e stima. La natura stessa di questi locali fa sì che siano frequentati per le ragioni più diverse, da chi ci va per leggere o scrivere, a chi invece li frequenta per vedere se incontrerà qualcuno che conosce, o ancora a coloro che cercano un posto tranquillo dove poter parlare.

E sebbene vi sia un costante andirivieni a tutte le ore del giorno, è sul far della sera che i bar diventano particolarmente gremiti.
Dal bar del quartiere in cui ci si incontra per bersi un bicchiere finita la scuola, al bar dove ci si riunisce per accomiatarsi dal giorno con una simpatica compagnia.

Ci sono locali che per il loro arredamento e per l’illuminazione propiziano la tendenza innata che ha ogni uomo a riappropriarsi della sua vita dopo una giornata passata a occuparsi di cose, magari un po’ estranee ai suoi interessi. Raccoglierci attorno a una luce soffusa, con una tenue musica in sottofondo per parlare con una persona che ha tutta la nostra fiducia, significa entrare in questo ambito dell’intimità abitato dai nostri amici e il cui scenario è costituito da due spazi, né troppo chiusi, né troppo aperti, che molto hanno dell’agorà greca.

 

Laureato in scienze della comunicazione e si occupa di comunicazione e relazione con i media in vari campi: scrive su Chiesa, giovani, cultura e società. E' formatore al centro Elis, di ragazzi delle scuole superiori. Ama molto stare con i giovani ed è molto appassionato del mondo degli adolescenti.