Bob Dylan “se può” ritira il Nobel: lo snobismo dei premiati

0

E non dà certezze, limitandosi ad una frase quasi ossimorica: “Sicuramente…se sarà possibile”.

Vince il Nobel per la letteratura, ma è un uomo di poche parole. Bob Dylan non ne aveva spesa neanche una alla notizia del premio, godendosi lo spettacolo degli opinionisti e degli invidiosi online.

E del resto neanche quando nel 2012  Obama lo aveva insignito della medaglia presidenziale della libertà il cantautore aveva reagito con ringraziamenti o lunghi discorsi. Risultati immagini per bob dylan nobelDopo due settimane risponde finalmente non all’Accademia di Svezia, la quale, spazientita, lo aveva definito “maleducato e arrogante“, e che tuttavia gli consegnerà il premio nella persona del re Carlo Gustavo, ma ad un’intervista al Daily Telegraph. E non dà certezze, limitandosi ad una frase quasi ossimorica: “Sicuramente…se sarà possibile“. L’agenda dei concerti ne prevede solo a novembre: Dylan non potrebbe trovare uno spazio per il 10 dicembre, il giorno della premiazione? Perché, sa, mica gli stanno conferendo una targa alla sagra della porchetta umbra: sono 750mila sterline.

Il fenomeno dello snobismo dei vip nei confronti dei premi non è nuovo e vanta numerosi esempi.

Jared Leto, frontman dei 30 Seconds to Mars e Joker in Suicide Suad, ha affermato: “Non credevo che esistessero tutti questi premi”. Alcuni li tiene sulle mensole in bagno, altri non li ha nemmeno ritirati.
Risultati immagini per jared leto oscar

Timothy Hutton (Oscar nel 1980 per Gente comune) tiene da allora il riconoscimento in frigo, per divertire gli ospiti che lo avessero trovato per caso.
Risultati immagini per timothy hutton oscar

Cate Blanchett, vincitrice dell’Oscar per il film Aviator, ha conservato il premio al museo del cinema di Mellbourne, ed è perciò costretta a pagare un biglietto ogni volta che vuole vederlo.
Risultati immagini per cate blanchett oscar

Russell Crowe tiene la statuetta d’oro ricevuta per Il gladiatore nel suo pollaio in Australia: “ispira le galline a fare uova più grandi”, ha dichiarato in un’intervista.
Risultati immagini per russell crowe oscar

Cosa spinge un artista a considerare il premio come un oggetto banale? La paura che, dandogli eccessivo valore, esso diventi unico e quindi irripetibile? Dylan e colleghi mostrano un’assurda vanità e ingratitudine o ci rivelano che grandezza è non sentirsi grandi abbastanza?

Sabrina Sapienza

Scrittrice nel tempo-libro, a tempo perso, nel tempo disperso, nottetempo, in tutti i tempi dell'indicativo, in tempi di gloria, ai tempi del colera e delle mele, ma senza disdegnare l'altra frutta che tinge d'incanto i mercatini del bello e del vero; scrittrice, ad ogni modo, a modo mio.