Coldplay – Viva la vida

0

Viva La Vida è il nuovo, vendutissimo album dei Coldplay. Sulla copertina del disco è raffigurato il dipinto “La Libertà che guida il popolo”. I Coldplay saranno i prossimi U2? Difficile dirlo, ma certo è che hanno talento.

La canzone “Viva la vida” (dall’omonimo  titolo del disco) che in tutte le radio ripropongono continuamente è un lavoro non ordinario, complesso, che ha bisogno di più di un ascolto per esser valutato e che passaggio dopo passaggio arricchisce il giudizio di nuove e sempre diverse sfumature. 

Viva La Vida è il nuovo, vendutissimo album dei Coldplay. Sulla copertina del disco è raffigurato il dipinto “La Libertà che guida il popolo”. I Coldplay saranno i prossimi U2? Difficile dirlo, ma certo è che hanno talento.

La canzone “Viva la vida” (dall’omonimo  titolo del disco) che in tutte le radio ripropongono continuamente è un lavoro non ordinario, complesso, che ha bisogno di più di un ascolto per esser valutato e che passaggio dopo passaggio arricchisce il giudizio di nuove e sempre diverse sfumature.

Il testo è da considerare “epico”. E?la musica? E’ fantastica, quanti strumenti musicali ci sono? E… avete fatto caso che c’è completa assenza della batteria?

Complimenti ai Coldplay, faranno strada. Leggete il testo, ascoltatela e fatene voi delle conclusioni!

 

[youtube width=”590″ link=”http://www.youtube.com/watch?v=_b1rXfEgMQA”]

 

I used to rule the world

Seas would rise when I gave the word

Now in the morning I sleep alone

Sweep the streets I used to own

I used to roll the dice

Feel the fear in my enemy’s eyes

Listen as the crowd would sing:

“Now the old king is dead! Long live the king!”

One minute I held the key

Next the walls were closed on me

And I discovered that my castles stand

Upon pillars of salt, pillars of sand

I hear Jerusalem bells are ringing

Roman Cavalry choirs are singing

Be my mirror my sword and shield

My missionaries in a foreign field

For some reason I can not explain

Once you know there was never, never an honest word

That was when I ruled the world

(Ohhh)

It was the wicked and wild wind

Blew down the doors to let me in.

Shattered windows and the sound of drums

People could not believe what I’d become

Revolutionaries Wait

For my head on a silver plate

Just a puppet on a lonely string

Oh who would ever want to be king?

I hear Jerusalem bells are ringing

Roman Cavalry choirs are singing

Be my mirror my sword and shield

My missionaries in a foreign field

For some reason I can not explain

I know Saint Peter won’t call my name

Never an honest word

And that was when I ruled the world

(Ohhhhh Ohhh Ohhh)

Hear Jerusalem bells are ringings

Roman Cavalry choirs are singing

Be my mirror my sword and shield

My missionaries in a foreign field

For some reason I can not explain

I know Saint Peter will call my name

Never an honest word

But that was when I ruled the world

Oooooh Oooooh Oooooh”

 

Coldplay – Viva La Vida Testo

Traduzione

io dominavo il mondo

le maree si alzavano quando lo ordinavo

adesso al mattino dormo da solo

spazzo le strade che una volta possedevo

io tiravo i dadi

vedevo la paura negli occhi dei miei nemici

sentivo la folla cantare

”adesso il vecchio re è morto! lunga vita al re!”

un momento tenevo le chiavi

subito dopo mi rinchiudevano fra quattro mura

ed ho scoperto che i miei castelli avevano fondamenta di sale, colonne di sabbia

sento le campane di Gerusalemme suonare

i cori della cavalleria romana

Siate il mio specchio, la mia spada e scudo

i miei missionari in un territorio straniero

per alcune ragioni che non so spiegare

Una volta lo sai che non c’era mai una parola onesta, mai

ma quello era quando dominavo il mondo

(ohh)

Ed il dannato selvaggio vento

ha buttato giù le porte per farmi entrare.

Finestre infrante ed il suono dei tamburi

la gente non credeva a ciò che ero divenuto

i rivoluzionari volevano

la mia testa su un piatto d’argento

Solo un pupazzo con un unico filo

chi mai vorrebbe essere un re?

Sento le campane di Gerusalemme suonare

i cori della cavalleria romana

Siate il mio specchio, la mia spada e scudo

i miei missionari in un territorio straniero

per alcune ragioni che non so spiegare

So che San Pietro mi chiamerà

Mai una parola onesta

ma quello era quando dominavo il mondo

(ohh)

sento le campane di Gerusalemme suonare

i cori della cavalleria romana

Siate il mio specchio, la mia spada e scudo

i miei missionari in un territorio straniero

per alcune ragioni che non so spiegare

So che San Pietro mi chiamerà

Mai una parola onesta

ma quello era quando dominavo il mondo

(ohh)

 

Laureato in scienze della comunicazione e si occupa di comunicazione e relazione con i media in vari campi: scrive su Chiesa, giovani, cultura e società. E' formatore al centro Elis, di ragazzi delle scuole superiori. Ama molto stare con i giovani ed è molto appassionato del mondo degli adolescenti.