Dramma nel mondo della musica: è morta Dolores O’Riordan

0

Dolores O’Riordan, cantante e frontwoman della band irlandese The Cranberries, si è spenta improvvisamente il 15 gennaio.

Londra, 15 gennaio 2018.
È uno di quei giorni tristi per la musica, il cuore di Dolores O’Riordan si è appena fermato, per sempre.
La sua scomparsa sconvolge il panorama internazionale ed i fans di diverse generazioni. Molti personaggi del mondo della musica e dello spettacolo, ma non solo, si stringono attorno alla famiglia, lasciando bellissime parole di conforto. Tra questi vi sono anche alcuni italiani che hanno avuto la fortuna di collaborare con la frontwoman dei The Cranberries, per esempio Zucchero, Ermal Meta e Giuliano Sangiorgi. Proprio quest’ultimo, tramite il suo profilo Facebook, le ha dedicato una dolcissima e commuovente lettera aperta della quale riportiamo un breve tratto.

 Come un sogno ti ho sfiorato.
Come un sogno ti ho salvato nel fondo più profondo della memoria.
E come un sogno sei volata via.
Eppure solo oggi ho realizzato davvero che sei passata dalle nostre vite, che mi hai attraversato gli occhi e il cuore in un giorno qualunque, in uno studio di registrazione qualunque, cantandoci addosso tutto il fiato che ci restava. E in quella canzone, in quel pomeriggio siamo davvero rimasti senza fiato.

Le cause della morte sono poco chiare e la famiglia preferisce non comunicare con la stampa e chiede rispetto per il lutto inaspettato. Sono già tante, troppe, le testate giornalistiche che, in queste ore, cercano di ricostruire i periodi bui di Dolores, dagli abusi all’anoressia, fino alla depressione; nella speranza, forse, di spiegare il perché del tragico epilogo. Ma non è ciò che faremo noi. Oggi di Dolores, ricorderemo solo i momenti belli e le battaglie vinte, la musica e la sua grinta. Questo articolo è dedicato a lei, alla sua famiglia, a Noel e Mike Hogan, a Fergal Lawler, ed a tutti i fans, quelli veri. Perché preferiamo conservare di lei un ricordo vivo e felice, non uno triste e lugubre.

Dolores O’Riordan nasce in Irlanda, a Limerick, il 6 settembre 1971. Il suo talento musicale non tarda ad essere notato, tanto che nel 1990 entra a far parte dei The Cranberries. La band era formata da Noel e Mike Hogan, rispettivamente chitarrista e bassista, e Fergal Lawler, il batterista. Dolores ne diventa la prima voce, sostituendo definitivamente Niall Quinn.
I The Cranberries erano già abbastanza noti sul panorama internazionale, ma l’ingresso della giovane donna cambia le carte in regola. Da quel momento in poi, i quattro maturano nuovi generi musicali: dal celtic rock al folk rock, dall’alternative rock al post-grunge.

Il primo album viene pubblicato nel 1993: “Everybody Else is doing It, so why can’t We?”. Il disco contiene dodici tracce, tra le quali “Dreams”, che proiettano la band ai vertici delle classifiche di vendita. Il 1994 da i natali ad un secondo disco, “No need to Argue” che riceve le certificazioni di disco d’oro, di platino e di diamante sia negli USA che in Europa. Inoltre, è l’album che contiene il singolo “Zombie”, premiato agli MTV Awards come miglior canzone del 1995, ed “Ode to my Family”. Più tardi vedono la luce anche: “To the Faithful Departed”, “Bury the Hatchet”, famoso per la copertina ispirata da “The Big Brother” ed infine “Wake up and Smell the Coffee”, ultimo album ufficiale della band prima della separazione temporanea.

Tra la fine degli anni ’90 ed i primi anni 2000, la cantante collabora con alcuni colleghi tra i più famosi al mondo: Duran Duran, Luciano Pavarotti, Jah Wooble e Jam&Spoon.
Ma non è tutto, la cantante prende parte alla produzione di alcuni videoclip musicali e presta la sua voce per le colonne sonore di alcuni film, tra i quali: La Passione di Cristo, diretto da Mel Gilbson.

La band si separa, senza destare particolare scalpore, nel 2003. Ma la musica di Dolores O’Riordan non si ferma. Intraprende, infatti, la carriera di solista e pubblica due album di successo: “Are you Listening?”, famoso per il singolo “Ordinary Day”, e “No Baggage”.
Il 25 agosto, durante un’intervista riguardante il suo secondo album, Dolores conferma le voci su una presunta riunificazione del gruppo. Ed ecco che i The Cranberries tornano sul palco insieme con un “Reunion Tour” che dà vita anche ad un nuovo album nel 2013, “Roses”, pubblicato in anteprima in Italia il 21 febbraio (ndr: la distribuzione del CD avvenne nel resto del mondo il 27 febbraio 2012).

La vita di Dolores, però, non è fatta solo di musica. La donna, infatti, si batte per incoraggiare le vittime di molestie sessuali a denunciare, è madre di tre figli avuti con Don Burton, manager dei Duran Duran, partecipa ai concerti di beneficenza organizzati in Vaticano nel 2001, 2002 e 2013, cura personalmente un allevamento di cavalli a Kilmallock e diventa uno dei giudici del talent show The Voice in Irlanda.

Nel 2017 la band avrebbe dovuto esibirsi ai Firenze Rock, ma il concerto è stato annullato appena qualche giorno prima per via dei problemi di salute della cantante. Poco dopo, sono state annullate anche tutte le altre date del tour europeo.

La sua morte lascia un buco nella musica, ed un groppo in gola a tutti i suoi fans.
Buon ultimo viaggio Dolores O’Riordan, you will be missed.

We’ll always be this free
We will be living for the love we have
Living not for reality
It’s not my imagination

Just my Imagination

Mirjam Frakulla