Fare musica col rumore di tutti i giorni

0

Cosa c’è di più quotidiano dell’andare a fare la spesa? Il momento in cui i nostri primi antenati prendevano la lancia per andare a procacciarsi il cibo è stato sostituito, secoli dopo, da attese di indecisione di fronte al banco della carne, lunghe file alle casse e irrimediabilmente il fastidio dello scoprire di avere dimenticato qualcosa. A volte fare la spesa è fonte di stress e viene associato ad un ambiente caotico, nel quale è meglio trascorrere il minor tempo possibile. Nei grandi supermercati si perde il gusto della scelta, ci si dimentica che alla base della ricerca gastronomica c’è un’attenta selezione della materia prima e che il piacere del mangiare comincia proprio dal fare la spesa.

Ma c’è un luogo dove la “musica” è diversa: il Mercato Centrale di Firenze non è soltanto una piacevole location in cui far compere, ma con le sue botteghe e i suoi punti di ristoro è il luogo dove riscoprire ad ogni ora del giorno i sapori tradizionali italiani e in particolare toscani. Ed ora è anche il posto giusto per ascoltare della buona musica. A partire dal 5 luglio, si apre infatti una rassegna di appuntamenti musicali dall’aspetto innovativo.Tutti i giorni dalle 10 alle 24 sarà in onda la radio del mercato che mescola musica italiana di qualità ai suoni di sottofondo del luogo.

L’evento con Mogol, Ron e Ghemon si è tenuto il 5 luglio, giorno del lancio della web radio. I prossimi nomi ancora non si conoscono. Magari si può fare cenno al fatto che erano presenti all’inaugurazione. Così la storia della cultura musicale italiana viene proposta e condivisa in modo speciale, attraverso la sperimentazione di generi che viaggiano dai classici storici e dal jazz fino al più contemporaneo beatboxing. Gli artisti avranno a disposizione un palcoscenico di eccezione: il 1 piano del Mercato Centrale di Firenze che, grazie all’iniziativa del suo direttore generale Domenico Montano, fa sia da sfondo sia da protagonista dell’evento, attraverso l’uso di una formula di sonorizzazione di avanguardia.

“Slow music” è il termine tecnico che identifica la sperimentazione sonora che il sound designer Alessio Bertallot ha deciso di portare al Mercato Centrale. Un vero e proprio incontro tra la musica che ascoltiamo e quella che sentiamo tutti i giorni ma a cui non prestiamo troppa attenzione: la melodia della vita di tutti i giorni. Così il rumore della quotidianità e della vita sociale del Mercato recupera la sua autonomia negli intermezzi tra una musica e l’altra, riemergendone valorizzato.

Se vi trovate a Firenze, quale migliore occasione di questa per immergervi nella magica atmosfera di suoni e sapori del Mercato Centrale di Firenze? E se non potete partecipare di persona, le possibilità di seguire l’evento non mancano. Segui Radio Mercato Centrale anche da smartphone e tablet.

Articolo Sponsorizzato

Cogitoetvolo