Green Day – Boulevard of Broken Dreams

0

Nonostante l’annullamento del loro concerto all’Heineken Jammin’Festival di qualche settimana fa, i Green Day sono da molte parti conosciuti come alcuni dei migliori musicisti degli ultimi 20 anni.
Successi che partono dall’album “Dookie” degli anni ’80 e arrivano agli ultimi due concept-album: “21st Century Breakdown” e “American Idiot”.

Nell’ultimo album citato (premiato con un Grammy come “Rock album of the year” nel 2005), spicca fra tutte la hit “Boulevard on Broken dreams”.

Questa canzone è particolare, per i temi che tratta e orecchiabile dal punto di vista musicale.
Essa tratta della solitudine, quella dell’uomo o, se si vuole vedere più a fondo, può essere analizzata anche come una solitudine giovanile. La solitudine, quando la si prova, non fa vedere o pensare a nulla e  dà la sensazione di vuoto, esternamente ed internamente.

In quei momenti, si spera sempre, da abbandonati, di diventare motivo di occupazione per qualcun’altro, ovvero di abbandonare la solitudine. Sicuramente il fatto di non lasciare questa sensazione fa sì che la persona si rinchiuda in sè stessa, come nel caso di noi ragazzi.

E’ sempre così?
Voi che ne pensate?

 

[youtube width=”590″ link=”http://www.youtube.com/watch?v=2vC7tTr3X54″]

 

Il video è modificato con la presenza di strisce nere,  in modo da sembrare di vecchia data. Una volta che il gruppo è sceso da una macchina d’epoca, incomincia la musica con Billie Joe Armstrong che inizia a camminare cantando, riproducendo le parole del testo sopra commentato. Con lui vi sono anche gli altri componenti.

Le immagini si alternano con i tre che suonano. Nel camminare ognuno di loro è solitario, non parla, nè ride o scherza con gli altri. Nella cittadina, vista con gli occhi di Billie Joe, la gente fa lo stesso, è immobile, come basita e solitaria, come fosse chiusa in sè stessa ed al di fuori di lei ci fosse il nulla.

Al minuto 3:50 si vede Mike Dirnt (bassista) che  sta cercando di parlare con una persona (probabilmente Trè Cool, batterista) che però lo ignora: questa immagine per me sintetizza da sola il significato della canzone e del video.

Una parola sul suono: esso gioca una componente importante, dall’inizio il basso dà la sensazione del camminare, poi nel finale si congiunge con chitarra e batteria per emanare la tipica energia che solo il rock sa dare.

 

Cogitoetvolo