Hitch – Lui sì che capisce le donne

0

Un film di Andy Tennant. Con Will Smith, Eva Mendes, Kevin James, Casper Andreas, Julie Ann Emery, Ato Essandoh, Michael Rapaport, Paula Patton, Philip Bosco. Genere Commedia, colore 113 minuti. – Produzione USA 2005.

Alex Hitchens, Hitch per gli amici, è un consulente newyorkese che, dietro un’abbondante ricompensa, aiuta uomini timidi e insicuri a conquistare la loro lady. Tre appuntamenti per il primo bacio: il gesto eroico per catturare l’attenzione della fanciulla, la mostra d’arte per nutrirne lo spirito, il momento divertente per incoraggiare la confidenza. E infine il primo bacio, quello che deciderà tutto. La sua vita sembra andare a gonfie vele, piena di soddisfazione, finchè non incontrerà due persone: lei, Sara, giornalista che non ha tempo per gli uomini, e lui, Albert, pasticcione e maldestro, che si è innamorato pazzemente di una star. Riuscirà, con tre appuntamenti, ad esaudire il sogno di Albert? E il suo?

Mettete insieme comicità, furbizia e pazzia. Aggiungete un po’ di profondità (che non guasta mai) e avrete Hitch. Un film che mostra come “l’amore” sia improvviso, casuale, sorprendente: insomma l’amore accade.

Ma non si ferma qui, come fanno troppi film sul tema. Non è solo qualcosa d’improvviso, ma qualcosa che si costruisce a poco a poco, fino a diventare tutta la tua vita. Ad Hitch che afferma: “L’amore è la mia vita” l’amico risponde mettendolo in crisi: “No, non è la tua vita. E’ il tuo lavoro!”.

Hitch pensa di conoscerlo, di poterlo comandare, perchè lo ha ridotto ad una tecnica. Ma si accorgerà che non è così e anche lui dovrà imparare a farsi sorprendere dall’amore e a cominciare ad amare davvero. Ci riuscirà?

Un film che vi farà ridere, pensare, sognare, divertire e spero crescere. Indimenticabile la battuta di apertura: “Il numero di respiri che fate nella vostra vita è irrilevante. Quello che conta sono i momenti che il respiro ve lo tolgono

Una scena del film:

Cogitoetvolo