Il buon riso fa buon sangue

0

Quante volte abbiamo sentito pronunciare dai nostri nonni proverbi che ci sembrano così antichi e insensati, a cui non diamo certo retta noi che non ci fidiamo della “saggezza popolare” . “Can che abbaia non morde”, “Rosso di sera bel tempo si spera”. Sarà, ma il mio yorkshire abbaiava e mordeva pure! E l’indomani di una “rossa serata” lo scirocco ha anche portato un po’ di pioggia!

Questa volta invece pare proprio che i nostri nonni abbiano ragione a dire che “Il buon riso fa buon sangue” e in senso letterale! Lo dicono gli scienziati riuniti a Parigi al congresso annuale dell’European Society of Cardiology. Ridere ha effetti benefici sulla circolazione sanguigna e quindi anche sul cuore, una buona dose di risate quotidiane può infatti ridurre il rischio di infarto cardiaco. Le spiegazioni più dettagliate lasciamole agli esperti, a noi basta sapere che stimola la produzione di alcune sostanze chiamate endorfine che agiscono sul rivestimento dei vasi sanguigni e migliorano la circolazione. Inoltre ridere incrementa l’apporto di ossigeno ai polmoni, rilassa i muscoli, ci fa dormire meglio e rilassati, ci libera dallo stress ed è un potente antidepressivo naturale. Insomma, la risata non può che far bene, sia alla mente che alla nostra salute, aumenta pure le nostre difese immunitarie, mentre chi non ride mai ed è sempre stressato rischia più facilmente di ammalarsi.

Questo perché corpo e spirito non sono indipendenti, pensieri, emozioni, sentimenti, stati d’animo negativi influenzano il nostro corpo e ne va della nostra salute fisica e mentale. Chi non ha mai sperimentato un forte mal di testa dopo una giornata di intenso stress e, come se non bastasse, pure una certa difficoltà a prender sonno? Pare proprio che una bella risata sia l’antidoto a questo problema.

Non è difficile ridere, è una capacità tipicamente umana che sappiamo fare già da neonati; i problemi vengono dopo, quando diventiamo adulti e spesso ci dimentichiamo di quanto sia bello ridere ed essere allegri, prendere le cose con più leggerezza, senza essere però degli sciocchi e superficiali, ma anzi più saggi, dando il giusto peso ai problemi della vita che ci possono sembrare più grandi di quello che sono. Fare i musoni e i seriosi non ci aiuta, i problemi non hanno mica paura delle nostre brutte facce imbronciate e disperate! Osservate invece quant’è bello un viso allegro e sorridente, di quello sì che hanno paura! Temono di essere cacciati via da una mente sicuramente più lucida ed attiva ( ditemi voi se piangendosi addosso si è mai risolto qualcosa), che non si lascia facilmente vincere dalla rassegnazione.

Per fortuna l’allegria e la risata sono molto contagiose e negli ultimi anni tanta gente allegra ha avuto la fantastica idea di contagiare anche tante altre persone, costrette a stare sui letti d’ospedale, che di problemi gravi ne hanno davvero tanti. “Ridere non è solo contagioso, ma è anche la migliore medicina”: vi ricordate queste parole di Patch Adams, il dottore che curava i suoi pazienti con il naso rosso da clown? La sua principale terapia era ridare la gioia di vivere, proprio quella che serve a chi non ha più la forza di andare avanti. Ma basterebbe guardare i bambini per imparare ad essere forti, loro sì che sono veramente forti! Sorridono sempre alla vita! Il sorriso di un bambino è il più contagioso di tutti. E sembra dirci, come in quelle frasi dei diari di scuola, “se la vita non ti sorride, falle il solletico!”

 

Rossella Rumore

Apparentemente distratta ma attenta e curiosa, con picchi di pignoleria - da far rimpiangere la Rossella assai disordinata e sbadata - soprattutto quando si tratta di chiamare le cose con il loro nome, senza se e senza ma... Amo scoprire le sorprese della vita e il mondo a poco a poco… Il mio motto preferito è quello dei ragazzi de La Rosa Bianca: "uno spirito forte, un cuore tenero"