Il gabbiano

0

Protagonisti della strana notte narrata in questo romanzo sono il funzionario di un ministero e una donna misteriosa, giunta chissà da dove e chissà dove diretta. Appare come un gabbiano guidato dalla ricerca del cibo, e pronto a planare via…

Il funzionario ha appena firmato un atto ufficiale che, una volta divulgato, il giorno dopo, cambierà la vita di un intero paese, finora neutrale, improvvisamente condotto in una guerra mondiale. E mentre riflette su come alcuni semplici decisioni di singoli individui possono modificare le sorti dei popoli, Aino Laine, entra nel suo ufficio per chiedere un visto che le consenta di fermarsi nel paese per motivi di studio. E’ una donna elegante che misura le parole e non disdegna una conversazione che si fa sempre più intima, tanto da sfociare in un invito all’Opera, quella sera stessa.

Già, perché il funzionario se n’è accorto subito: quella donna è identica alla sua amante, che però si è tolta la vita alcuni anni prima, e le sue ultime parole sono state un verso di lord Lyttleton. “Tell me, my heart, if this be love”. E poi c’è il lo strano nome della visitatrice: Aino Laine, che in finlandese vuol dire Unica Onda. Un’onda del passato che torna a infrangersi sul presente? Forse tutto ciò che ci succede non è altro che il ripetersi di qualcosa che è già eternamente avvenuto, come le onde, che sempre ritornano?

Nelle pagine de Il gabbiano rivive la tensione drammatica del fortunato Le braci. C’è quella stessa introspezione, quel gioco di allusioni mai pienamente svelate, quella descrizione dettagliata dei moti interiori. Sándor Márai si conferma narratore sensibile e capace di mescolare la vicenda privata di alcuni personaggi di fantasia con le riflessioni esistenziali, valide oltre il tempo. In questo caso il tema è il destino degli individui in relazione alle sorti dei popoli, la libertà del singolo in rapporto all’umanità.

Dopo le prime pagine ci si perde subito nel vortice delle riflessioni e nel dialogo teso. L’ultima pagina arriva subito, e con essa l’incerta alba di un nuovo giorno.

 

 

SCHEDA DEL LIBRO
Titolo: Il gabbiano
Autore: Sàndor Màrai
Genere: Romanzo
Editore: BUR
Età minima consigliata: 16 anni
Pagine: 163
Guido Vassallo

Insegno in una scuola media, ma la cosa che mi piace di più è imparare. Per questo leggo, per questo parlo con la gente e mi stupisco ogni volta dell'infinità dello spirito umano.