Il mondo alla rovescia. Se bisogna dimostrare l’evidenza.

3

Che cosa pensereste se iniziassi questo articolo con un titolo del genere: “Sapete che la neve è bianca?” e poi mi mettessi a scrivere lungamente per dimostrarvi che il colore naturale della neve non è il verde, il rosso, il blu o il nero ma è il bianco? Oppure se scrivessi un articolo per dimostrare che se sono seduto non posso stare in piedi contemporaneamente?
Probabilmente vi annoiereste dopo le prime due righe, perché si tratta di due cose evidenti e l’evidenza non si dimostra, proprio perché… è evidente di per sé! E se qualcuno volesse contraddirmi dovrebbe fare i salti mortali, dovrebbe fare tutta una serie di ragionamenti poco razionali per dimostrarmi che se sto seduto posso anche stare in piedi nello stesso tempo e nello stesso luogo. E se poi questo “audace” pensatore mi chiedesse di argomentare la mia tesi, dicendomi che se io non so dimostrare che non è possibile stare seduto e in piedi nello stesso tempo e nello stesso luogo, la mia tesi non è poi così vera ed evidente, voi che cosa pensereste?
Non direste forse che tutto ciò sarebbe assurdo?

Ecco, vi ho appena trasmesso la reazione che ho avuto lo scorso 3 giugno nel leggere il titolone sulla home page di un noto quotidiano nazionale, che recitava così: “Il Papa al Family 2012 di Milano: la famiglia è l’unione di un uomo e di una donna”.

Mi è venuto in mente il colore della neve, che è bianca e questo mi basta: è normale, è evidente, ho pensato, perché dovrei dimostrarlo?
E non ho pensato minimamente al fatto che questo articolo l’ho scritto mentre ero seduto, senza stressarmi più di tanto sulla possibilità che avessi potuto scriverlo in piedi, rimanendo però contemporaneamente seduto. Perché dovrei perdere tempo a dimostrare che se sto scrivendo seduto davanti al PC non è logicamente possibile che io sia contemporaneamente in piedi a scrivere questo articolo? E’ evidente che se sto seduto non posso anche stare in piedi!

Perdonatemi il gioco di parole, ma l’evidenza non si dimostra. E neanche si presenta come se fosse qualcosa di straordinario. Proprio perchè è evidente…

Ecco, domenica scorsa una persona ha detto che la famiglia è l’unione di un uomo e di una donna e un giornale lo ha scritto a caratteri cubitali sulla sua prima pagina. Ho pensato: ma se è normale, perché tanto clamore?

Saverio Sgroi

Educatore con una grande passione per tutto quello che riguarda il mondo dei giovani, dai quali non finisco mai di imparare. Per loro e con loro mi sono imbarcato su questa nave di C&V, di cui sono stato il "capitano" fino alla fine del 2016. Poi ho lasciato la barca ai più giovani, con la convinzione che sapranno condurla verso porti sempre più prestigiosi.