Il prezzo da pagare

0

Un uomo e la sua famiglia in fuga dall’Islam

Un uomo e la sua famiglia in fuga dall’Islam. La ‘fuga’ del sottotitolo può sembrare una parola forte. Ma non lo è, a giudicare dalle prime pagine nelle quali il protagonista (è una storia vera) racconta una scena inquietante: al bordo di una strada periferica e isolata uno zio e alcuni fratelli lo hanno condotto per convincerlo a ritornare sui suoi passi. Un mussulmano non può convertirsi al cattolicesimo e diventare infedele, è scandaloso. Gli danno un’ultima possibilità per ritrattare. Lo minacciano con la pistola. Scappa. Gli sparano addosso.

Mohammed Moussaoui, questo lo pseudonimo con cui si racconta il protagonista della vicenda, per motivi di sicurezza, è il primogenito di una grande famiglia islamica irachena, l’erede del patrimonio paterno, discendente del capostipite degli sciiti. Cresciuto nella cultura coranica, quando si trova, durante il militare, nella tenda insieme a un cristiano teme di contaminarsi della sua impurità, poi si propone di convertirlo alla vera fede in Allah. Quell’uomo pacato e riservato lo incuriosisce. Non è poi così cattivo come, secondo la sua mentalità, dovrebbero essere i cristiani. Moussaoui finisce per interessarsi della fede cristiana.

Ma l’amico lo scoraggia dal leggere il Vangelo, è pericoloso. I suoi lo scopriranno, lo minacceranno. E davanti all’insistenza di Moussaoui gli propone un patto: gli darà una copia del Vangelo da leggere solo quando lui avrà prima letto con attenzione, con onestà e desiderio sincero di capirlo, il Corano. Strano patto, che Moussauoi accetta scoprendo, nel testo che per lui è sempre stato vangelo, molte incoerenze, luoghi oscuri, passi dubbi. La religione del Libro lo lascia perplesso, mentre comincia a sentire una fortissima attrazione per la religione di un Uomo che lo affascina, lo seduce… Al punto di accettare tutte le conseguenze che la conversione comporta, compresa la fatwa che i suoi parenti scagliano contro di lui.

In un epoca in cui l’i (è così che nel libro viene abbreviato l’islam) è segno di contraddizione e il pendolo si muove tra la minaccia, la tolleranza, la paura e il dialogo, questo libro racconta l’esperienza di un uomo che guarda la dimensione religiosa, e non quella politica, di questo confronto. E assapora una pace interiore mentre fuori, contro di lui, la guerra impazza.

SCHEDA DEL LIBRO
Titolo: Il prezzo da pagare
Autore: Joseph Fadelle
Genere: Storia vera
Editore: San Paolo
Età minima consigliata: 16 anni
Pagine: 216
Guido Vassallo

Insegno in una scuola media, ma la cosa che mi piace di più è imparare. Per questo leggo, per questo parlo con la gente e mi stupisco ogni volta dell'infinità dello spirito umano.