Il vurricatore. Storie di uomini e di mafia.

0

Vurricare in siciliano significa ‘seppellire’. Il ‘seppellitore’ è il nomignolo di Lillino Palazzolo, che in una famiglia mafiosa ha il compito di fare sparire i cadaveri delle vittime del suo boss, don Vicè Salamone. Fatti, nomi e circostanze sono frutto della fantasia dell’autore che, ispirandosi a episodi di cronaca realmente accaduti e vissuti durante la sua quasi ventennale esperienza presso la sezione Catturandi della Squadra Mobile di Palermo, è giunto alla conclusione che la realtà è cosa ben più sorprendente della fantasia. Così afferma l’autore -che per evidenti motivi di sicurezza personale si cela dietro tre lettere I.M.D.- nell’avvertenza del libro.

Pagina dopo pagina assistiamo alla scalata di Lillino all’interno di una cosca e capiamo perché la chiamano ‘criminalità organizzata’: un sistema a cui non sfugge niente, che ha ramificazioni in ogni settore e modalità di azione precise ed efficaci. Un sistema che prolifera dove altri ‘sistemi’, come quello del rispetto dell’altro, della solidarietà, della sensibilità al vivere civile, si sono persi.

Non è nello stile letterario ricercato nè nell’intreccio particolarmente originale che risiede l’interesse per un romanzo del genere, quanto piuttosto nel realismo delle cose che narra e nella affidabilità di chi le racconta. Se si vuole conoscere come funziona una famiglia mafiosa questo breve racconto dà un interessante spaccato: il reclutamento, l’organizzazione e la distribuzione delle cariche e del potere, la violenza come metodo di controllo del territorio, i meccanismi del pizzo. Non manca niente. Per fortuna non manca anche uno sguardo dal punto di vista di chi la mafia la deve perseguire e impiega tutti i mezzi a sua disposizione per stanare chi latita. Interessanti le pagine dedicate alle forze dell’ordine e al loro impegno infaticabile per controllare i boss.

Queste cose succedono, continuano a succedere, e non si può far finta di non vederle. Leggerne può aiutare a prendere consapevolezza e a risvegliare in fondo all’animo il desiderio di legalità, di onestà, che è l’unica medicina per estirpare, col tempo, questo male così antico.

SCHEDA DEL LIBRO
Titolo: Il vurricatore. Storie di uomini e di mafia.
Autore: I.M.D.
Genere: Romanzo
Editore: Leima
Età minima consigliata: 16 anni
Pagine: 158
Cogitoetvolo