Intimità

0

Che senso ha parlare di intimità oggi, quando la gente va in giro mezza svestita, frequenta spiagge poco buone e…basta accendere la tv o aprire youtube perché un corpo nudo entri nel nostro salotto o nella nostra stanza? Che senso ha parlare di intimità oggi, quando la cura dell’immagine conta di più di ogni altra cosa, i prodotti di bellezza (maschili e femminili) si moltiplicano sempre più, e andare in palestra ormai è diventato un must? L’intimità è un rimasuglio di un’ epoca passata in cui le relazioni sottostavano a un codice di condotta ben definito?

Oggi quello che conta è la semplicità, la spigliatezza, l’immagine, la moda, le interviste… Ma allora, l’intimità ha senso? Conviene ancora esplorare questo terreno? Beh, ciò che è chiaro è che l’uomo non si riduce solamente a un cocktail i cui soli ingredienti sono l’immagine, la moda e il corpo. Se si va oltre a tutto questo, ci si rende conto che nella vita ci sono anche altri elementi costitutivi interessanti, e che chi li scopre e se ne appropria in modo maturo, riesce a fare della propria esistenza un’avventura veramente degna di un uomo.

La ricerca della propria intimità non è un compito facile. Chi decide di lanciarsi in questa avventura, oltre all’intelligenza dovrà accrescere e affinare la propria sensibilità, senza la quale la contemplazione del delicato paesaggio dell’intimità rischia di diventare noiosa.

Intelligenza e sensibilità: ma non staremo complicando le cose? Queste premesse di cui l’intimità ha bisogno, rivelano che l’uomo è molto più del suo corpo: è intelligenza, volontà, memoria, immaginazione, spirito, cultura, sensibilità…Se è tutto questo, credo valga la pena conoscerlo per scoprirne le sfumature, per capire quale ruolo svolge ognuno di questi elementi e che relazione hanno tra loro.

La felicità ha a che vedere con il mondo interiore o è una prerogativa esclusiva del corpo?
Ignorare l’intimità dell’uomo, significa rinunciare a conoscere una parte molto interessante dell’essere umano!

 

Laureato in scienze della comunicazione e si occupa di comunicazione e relazione con i media in vari campi: scrive su Chiesa, giovani, cultura e società. E' formatore al centro Elis, di ragazzi delle scuole superiori. Ama molto stare con i giovani ed è molto appassionato del mondo degli adolescenti.