Johnny il seminatore

0

Johnny è un giovane soldato. Quando torna da Laggiù, dove ha fatto il pilota di guerra, il paese lo accoglie come un eroe. Ma lui non si sente un eroe. Lui è tornato perché non vuole più fare la guerra. E questo non piace a tante persone, a tutti quelli che sono convinti che invece la guerra è giusta, legittima, giustificata. Ma non c’è guerra che sia giusta. È il pensiero di Johnny e dei pochi che sono disposti a schierarsi dalla sua parte.

 

Recensione: un bel romanzo contro l’ipocrisia, contro il falso perbenismo, contro l’indifferenza, contro il menefreghismo… Un libro contro la guerra, per capire quanto ogni guerra sia assurda e quanto poco si sa della vera guerra, che è molto diversa da quella che ci fa vedere la TV. Penso che che Johnny il seminatore sia un libro che piacerà ai ragazzi e più ancora alle ragazze. Il tema della guerra si intreccia con i racconti di Belinda, la quattordicenne sorella di Johnny che, con molta ironia e continue battute a volte esilaranti, fa entrare il lettore nel mondo degli adolescenti, dimostrando, se fosse necessario, come essi siano sempre animati dal profondo desiderio di costruire un mondo migliore.

 

SCHEDA DEL LIBRO
Titolo: Johnny il seminatore
Autore: Francesco D’Adamo
Genere: Storie di adolescenti
Editore: Fabbri
Età minima consigliata: 13 anni
Pagine: 148
Saverio Sgroi

Educatore con una grande passione per tutto quello che riguarda il mondo dei giovani, dai quali non finisco mai di imparare. Per loro e con loro mi sono imbarcato su questa nave di C&V, di cui sono stato il "capitano" fino alla fine del 2016. Poi ho lasciato la barca ai più giovani, con la convinzione che sapranno condurla verso porti sempre più prestigiosi.