La gioia della gratitudine

0

Lo scrigno segreto dal quale bisogna attingere ogni giorno, la fonte per una vita serena al cospetto di Dio e al cospetto degli altri e sopra ogni cosa al cospetto dell’Uomo!

Qualcuno definisce la gratitudine « memoria del cuore » perché sa ringraziare colui che conserva il ricordo del bene ricevuto. Al giorno d’oggi non credo ci sia tanto ricordo e non credo ci sia nemmeno la riconoscenza per il bene ricevuto. Eppure riconoscente è colui che “riconosce” col cuore ciò che ogni giorno gli viene donato…

Chi di voi nella propria vita ha conosciuto o conosce persone riconoscenti? Ce ne saranno poche, rare, e sicuramente, per questo motivo, preziose! Certamente saranno numerose le situazioni che ci inducono ogni giorno a sussurrare un “grazie” a qualche persona, per lo più sconosciuta. C’è chi mi indica un percorso nella città; qualcuno che mi trattiene la porta; chi mi cede un posto a sedere su un mezzo pubblico… Sboccia così, inattesa, una relazione in mezzo all’anonimato del nostro vivere moderno… Un “grazie” cambia l’atmosfera, la personalizza.

Ma quanto costa un “grazie”? Per l’ingrato tantissimo!!! L’ingrato non è un vero uomo, non è una persona vera. Non sa dire “grazie”! Goethe scriveva: « L’ingratitudine è sempre una forma di debolezza. Non ho mai osservato che uomini forti si siano comportati da ingrati ». Si ha paura di esternare un qualcosa di profondo, di bello e speciale, paura perché può essere visto un sintomo di debolezza. Al contrario! Si può parlare precisamente di sensibilità! La gratitudine plasma l’uomo, l’ingrato non è ancora diventato veramente uomo. Ma mi chiedo come si fa ad essere felici senza essere grati a qualcuno? Lo scrittore inglese G. K. Chesterton afferma: « La pietra di paragone di ogni felicità è la gratitudine ».

Insomma la riconoscenza, a mio modo di vedere, è il presupposto di una vera felicità. Chi non sa ringraziare non potrà mai essere felice e forse non saprà nemmeno amare! E voi? Siete riconoscenti?

 

Sono Domenico, ho 29 anni e una passione smodata per la scrittura. Il mio sogno nel cassetto è scrivere un libro, l’altro è un viaggio per il mondo in sella alla mia bici. “Strappare la bellezza ovunque sia e regalarla a chi mi sta accanto” è quel che tento di fare attraverso i miei articoli. Spero che un pizzico di quella bellezza arrivi dritta dritta ai vostri cuori! Buona lettura!!!