La porta della pace celeste

0

Ventidue anni fa, tra il tre e il quattro giugno del 1989 l’esercito cinese aprì il fuoco in piazza Tienanmen a Pechino per fermare una protesta pacifica di studenti contro il governo. Centinaia di persone persero la vita mentre cercavano di testimoniare il loro desiderio delle libertà civili. Ricordiamo questa anniversario presentando un libro che proprio da questo evento storico prende le mosse: La porta della pace celeste, di Shan Sa, cinese di nascita che dal 1990 vive a Parigi.

Ogni tanto fa bene leggere la produzione letteraria di altre culture, per affinare il palato, per vedere come gli altri, nel mondo, vivono e percepiscono ciò che è in ogni uomo: l’amore, l’amicizia, la morte, il lavoro, il senso del mondo. Si tratta di scovare negli scaffali delle librerie piccoli gioielli come questo libretto.

Ecco la storia: siamo a Pechino, la 3 sera del giugno 1989. L’esercito seda nel sangue la rivolta di gruppi studenteschi che chiedono libertà. Ayamei, una ragazza dagli occhi neri e dai capelli ancora più neri, è tra i capi del movimento studentesco. Salvatasi miracolosamente dal massacro fugge dalla piazza Tienanmen, per sparire nel nulla. Zhao è il giovane tenente incaricato di trovarla e ucciderla. Educato sin da piccolo alla disciplina e all’obbedienza, è un uomo rigido e senza sentimenti. L’inseguimento dura diversi mesi e ogni volta il tenente arriva nel luogo dove si nasconde Ayamei sempre in ritardo. Ma indirettamente comincia a conoscerla. Il suo granitico senso del dovere e la durezza del suo cuore vacillano davanti al fascino di una ragazza che è stata disposta a rischiare la vita per i suoi ideali…

Una storia d’amore sui generis, che non ha le tinte forti, passionali e ardenti del romanticismo nostrano, ma le sfumature lievi di un sentimento sopito, che germoglia col tempo, come un fiore. I paesaggi e le ambientazioni fanno venire in mente i disegni su carta di riso che si vedono, anche in occidente, nei ristoranti e nelle botteghe cinesi, mentre il finale, assolutamente visionario, spiazza anche il lettore più smaliziato. Ed è intriso di una religiosità orientale dove la natura è viva.

Libro difficile da trovare ma da leggere.

 

 

SCHEDA DEL LIBRO
Titolo: La porta della pace celeste
Autore: Shan Sa
Genere: Sentimentale
Editore: Neri Pozza
Età minima consigliata: 16 anni
Pagine: 112
Guido Vassallo

Insegno in una scuola media, ma la cosa che mi piace di più è imparare. Per questo leggo, per questo parlo con la gente e mi stupisco ogni volta dell'infinità dello spirito umano.