La risposta è nelle stelle

0

Un film di George Tillman Jr.. Con Britt Robertson, Scott Eastwood, Jack Huston, Oona Chaplin e Alan Alda. Paese di produzione: Usa. Anno: 2015. Durata: 128 min. Genere: romantico. Prodotto da: Fox 2000 Pictures, Temple Hill Entertainment. In sala dal: 4 giugno 2015.

Il film racconta la storia d’amore tra Luke e Sophia. Mentre i loro sentieri professionali e i loro ideali mettono a dura prova la loro relazione, Sophia e Luke fanno inaspettatamente la conoscenza di Ira, i cui ricordi della sua decennale storia d’amore influenzerà nel profondo la giovane coppia.

L’amore non ha tempo né età, possono cambiare le persone, i luoghi e gli anni, ma il sentimento più potente al mondo conserva sempre le stesse dinamiche, le stesse gioie e gli stessi dolori. È questo che vuole insegnarci “La risposta è nelle stelle”, raccontandoci due storie d’amore che s’intrecciano pur essendo lontane nel tempo.

La prima è quella tra Sophia e Luke, lei studentessa di arte moderna in procinto di partire per New York dove lavorerà in una nota galleria d’arte, e lui cavalcatore di tori nei rodei, determinato a vincere il campionato nonostante i rischi che derivano dal brutto incidente che ha avuto in passato. I due appartengono a mondi molto lontani e apparentemente inconciliabili, infatti, dopo un inizio passionale, cominciano ad affiorare le prime incomprensioni e la storia comincia a costellarsi di piccole crepe. Fondamentale sarà allora il contributo di Ira Levinson, un anziano signore che Sophia e Luke salvano da un incidente d’auto durante il loro primo appuntamento. Conosciuto per caso o forse per destino, Ira racconterà a Sophia la sua storia con la moglie Ruth, insegnandole che l’amore è più forte delle diversità e delle difficoltà.

La vita con tutti i suoi problemi influisce sul sentimento, amplificandolo o attenuandolo, ma sempre cambiandolo. L’importante è saper condividere pensieri e paure, senza mai guardare da un unico punto di vista e senza mai lasciare che un periodo di crisi metta alla storia il punto conclusivo. Un grande amore è fatto di alti e bassi e spesso è proprio nelle difficoltà che si rafforza e si potenzia. Questo insegna Ira a Sophia, nelle lunghe ore passate insieme. Questo è il messaggio del film: amare vuol dire saper sacrificare tutto, se stessi, i propri sogni, le proprie ambizioni, i propri progetti. Perché alla fine nulla vale quanto avere accanto la persona che ami e perché ogni cosa acquista valore solo se condivisa con quella persona.

La risposta nelle stelle è un film dolce, profondo, toccante che vuole andare oltre la superficie di quello che è un sentimento ormai messo in scena molte volte, per scavare nelle sue pieghe e svelarne i retroscena, quelli che sanno più di vita vera e meno di cinema. La storia porta indubbiamente la firma di Sparks, romantica, drammatica, a tratti commovente, più banale e inflazionato l’amore di Sophia e Luke, più complesso e realistico il racconto di Ira e Ruth.

Ad ogni modo, se alla fine guarderete i titoli di coda con un sorriso, vorrà dire che l’obiettivo del film è stato raggiunto: farvi credere nell’amore, che non è solo una “cosa da film”, ma un sentimento vero, senza tempo, universale.

Susanna Ciucci

Nata a Milano, laureata in Lettere Moderne e in Media Management, frequento il Master in International Screenwriting and Production all’Università Cattolica. Credo fermamente nel potere delle parole. L'ottimismo e l’inestinguibile voglia di dire la mia mi hanno portato ad aprire un blog “Outside the box. Pensare oltre”. E, dulcis in fundo, ho appena tirato fuori dal cassetto il mio primo libro, DISEGNI TRA LE NUVOLE (L'Erudita, 2016), una raccolta di racconti che vuole tenervi "col naso all'insù".