Laboratorio di giornalismo a Palermo: primo incontro di scrittura creativa

0

Finalmente ci siamo. Il primo laboratorio di giornalismo del progetto “I giornalisti di domani raccontano l’Europa” è partito mercoledì scorso 30 ottobre a Palermo.

Ragazzi e ragazze di varie scuole di Palermo e della provincia, con tanta voglia di imparare e con il sogno di diventare “i giornalisti di domani” hanno iniziato insieme questa avventura, il primo dei cinque incontri previsti. La passione è così grande che neanche la distanza è stata un problema: tra i partecipanti anche studenti provenienti dalla provincia di Trapani.

Questo primo incontro di “Scrittura creativa”, tenuto dal dott. Guido Vassallo, docente di lettere, responsabile della sezione LIBRI di Cogitoetvolo, ha visto i partecipanti riflettere e capire insieme cosa sia effettivamente la creatività e cosa quindi la scrittura creativa, che non è altro che la creatività applicata alla scrittura, in particolare al “racconto”.
Ma cosa si intende per racconto? Tutto ciò che viene scritto è un racconto? Cosa lo distingue da un saggio scientifico o da una poesia?
Il racconto è una concatenazione di eventi in cui c’è un protagonista che “cambia” nel corso della storia.

Ma per scrivere un buon racconto, come diceva la scrittrice Flannery O’Connor, lo “scrittore creativo” non si deve limitare a raccontare una serie di sensazioni, emozioni del momento, deve saper far rivivere al lettore ciò che sta leggendo, coinvolgendo i cinque sensi, perché un buon racconto rispecchia la vita. La scrittura creativa è legata soprattutto al senso della vista, per cui deve aiutare il lettore a “visualizzare”, a focalizzare, ad esempio, il personaggio attraverso piccoli dettagli.

Nella seconda parte dell’incontro è stato proposto ai partecipanti un modello di arco narrativo suggerito da John Truby, sceneggiatore di Hollywood e docente in molti corsi di scrittura creativa. Egli riassume lo scheletro di un buon racconto in sette passaggi fondamentali che sono riscontrabili nella maggior parte delle storie di successo. Una prima esercitazione è consistita nell’identificare i sette elementi fondamentali di una buona storia in un cortometraggio che è stato proposto agli studenti.

L’ultimo momento dell’incontro è stato dedicato a mettere in pratica le cose apprese nel corso del pomeriggio. Sono stati suggeriti due possibili protagonisti di un racconto da scrivere di sana pianta. Ogni partecipante ha scelto uno di questi personaggi e sotto la guida del docente ha imbastito la struttura del suo racconto. E’ stato così dato il via a un processo creativo che chissà dove potrà portare: solo l’autore sa cosa può succedere quando nel silenzio della sua stanza si mette davanti a un foglio bianco. E’ questo il bello della scrittura creativa.

La prossima settimana si vedrà cosa è venuto fuori…

N.B. Il presente progetto è finanziato dalla Commissione europea nell’ambito del Programma Gioventù in Azione

 

Cogitoetvolo