L’allenatore

0

Nonostante sia stato scritto da un autore noto ormai a livello mondiale per i suoi romanzi thriller, questo non appartiene al genere. E nonostante il titolo, che in una cultura come quella italiana estremamente calciofila, indice a rimandi riguardanti campi da calcio, palloni rotondi e tifo (purtroppo) molto spesso perverso, questo libro non parla di calcio. Parla di football americano. O meglio, questo sport (il più seguito tra quelli praticati oltreoceano) funge da cornice all’intera accattivante vicenda narrata.

Il romanzo trae le sue origini dal ritorno a Messina (non quella situata in Sicilia) di Neely Crenshaw, pluricampione statale a livello liceale con la squadra locale, gli Spartani, e premiato più volte con il titolo di All-American, giocatore riconosciuto a livello nazionale per le sue doti sportive fuori dal comune.

La visita nella città in cui è nato, ed in cui non fa ritorno da 15 anni, non è certo volta a reincontrare parenti o amici, con cui non è rimasto più in contatto dopo essere arrivato in uno dei college più blasonati del Paese. L’ex indimenticato quarterback degli Spartans si trova lì per assistere agli ultimi giorni di vita dell’uomo che ha cambiato radicalmente la sua vita e quella di molti altri ragazzi ormai divenuti adulti: il coach Eddie Rake che con la sua dedizione, la sua passione e il suo regime di duro lavoro e fatica, ha reso Messina una delle città più conosciute grazie alle vittorie della squadra da lui abilmente allenata per più di 30 anni. I pochi giorni di vita rimasti al coach, sono dedicati da Neely a ricordare i trionfi ottenuti in quel campo che ora ha preso il nome dell’allenatore e su cui la sua vita ha raggiunto l’apice della gloria e della magnificenza, insieme ai compagni che hanno condiviso con lui le vittorie, al di là dei numerosi fallimenti in cui sia lui che altri sono incorsi dopo aver abbandonato il football.

Questo libro, nonostante proponga lo stereotipo del coach apparentemente ostile e incapace a manifestare i sentimenti verso i ragazzi, avvalendosi dell’ambito sportivo riesce a trattare, nel giro di poco più di 150 pagine, alcune delle tematiche che inevitabilmente ruotano attorno alla vita di ogni essere umano: il rispetto (per sé e per gli altri), l’amicizia, l’anelito al successo e l’etica del lavoro, ma soprattutto l’amore non banale, non quello ormai “inflazionato” dei film e dei romanzi (più o meno “rosa”), ma quello che sa persistere oltre il tempo e che sa scorgere i particolari più veri e profondi oltre le apparenze. Un amore a tratti incomprensibile, ma che rende grandi.

 

 

SCHEDA DEL LIBRO
Titolo: L’allenatore
Autore: John Grisham
Genere: Romanzo
Editore: Mondadori
Età minima consigliata: 16 anni
Pagine: 149