Leggere a costo zero, su Wattpad si può

0

Pubblicazioni digitali: l’era dell’informatica e il mondo del libro

Picchiettare sullo schermo di un telefono è diventato un gesto comune, al giorno d’oggi: un veloce tap, e l’utente può accedere ad un mare magnum di contenuti tra i quali navigare o naufragare, a seconda dei casi. Il vasto mondo di Internet non ha carte geografiche né bussole: ad ogni momento si ridisegna e reinventa, modellandosi a seconda delle esigenze dei suoi fruitori; scattarne un’istantanea, descrivendone un piccolo angolo in espansione, è forse uno dei pochi modi per orientarsi all’interno del World Wide Web, vero e proprio mondo parallelo e alternativo che visitiamo immancabilmente nella nostra quotidianità.

Da dove cominciare l’esplorazione?

Wattpad Logo

È un’altra doppia V, quella di cui vorrei parlarvi in questa sede: nata a Toronto quasi undici anni fa, grazie alla collaborazione di Allen Lau e Ivan Yuen, la piattaforma online di Wattpad ha collezionato in poco tempo 45 milioni di utenti attivi ogni mese (al 2016), totalizzando più di 100 milioni di download sotto forma di applicazione Android. Prescindendo dalle recensioni degli utenti, che pure hanno lasciato oltre due milioni di contributi altamente positivi, l’applicativo canadese è stato apprezzato anche dal New York Times, da The Guardian e dal Washington post, per non parlare dell’interesse che hanno mostrato a riguardo case editrici come Mondadori, Rizzoli, Sperling & Kupfer e case produttrici cinematografiche come la Paramount.

Un fenomeno, dunque: ma di che cosa si tratta?

Scrivere senza restrizioni, leggere in libertà

Wattpad permette agli utenti registrati di condividere opere originali mantenendone la piena proprietà intellettuale, consentendo agli autori di ricevere commenti, voti e statistiche sull’andamento delle proprie realizzazioni: il portale invita all’interscambio di idee, opinioni e letture, invogliando gli utenti a interagire nelle modalità più aperte e svariate, a confrontarsi e ad arricchire di contributi diversi il proprio profilo. Contest ufficiali vivacizzano l’ambiente, incentivando chi scrive a mettersi in gioco per raggiungere una maggiore visibilità: primo per importanza è il concorso autunnale dei Wattys, sbarcato in Italia da appena tre anni e già oltremodo popolare, con ben 280.ooo candidature proposte per l’anno corrente – e il trend è in crescita.

Wattys

Più di due milioni di scrittori hanno condiviso la ragguardevole cifra di 15 milioni di capitoli soltanto nel novembre dell’anno scorso: secondo quanto riportato nel “master plan” del sito, se tutti i racconti condivisi fossero periodicamente stampati, ogni due settimane la pila di fogli raggiungerebbe l’altezza dell’Everest… E viene da chiedersi: com’è possibile rintracciare ciò che fa per noi in un insieme così eterogeneo di contenuti, in una lista quasi interminabile di romanzi, storie brevi, raccolte poetiche, saggi e quant’altro? Qual è la piccola bussola con la quale spostarsi all’interno di questo circoscritto angolo del Net, per tornare alla metafora iniziale?

Organizzare i contenuti: i punti vincenti

In primo luogo, i tag: esattamente come accadrebbe per le immagini su Instagram, ogni racconto è segnalato da più hashtag, inseriti per consentire agli aspiranti lettori di identificarne a colpo d’occhio le tematiche; il sito consiglia di aggiungerne almeno cinque per facilitare l’utente che deve scegliere di dedicare il suo interesse alla storia, pur impedendo di superare i venti cancelletti per opera (devono essere parole chiave, non un racconto a sé stante).

Punto due: le classifiche. Nella home page del sito è possibile sfogliare le graduatorie formate tenendo conto del gradimento del pubblico per ogni genere letterario (azione, paranormale, storie d’amore, umorismo, horror, narrativa storica… Ce n’è per tutti i gusti!). Da notare, in questa sezione, la categoria “Classici”, opere prive di copyright che hanno contribuito ad avviare la piattaforma: la maggior parte degli uploads deriva infatti dalla precoce collaborazione di Wattpad con “Project Gutenberg”, una pionieristica iniziativa avviata nel ’71 da Michael Hart e per molti versi affine a Liber Liber, Google Books e altri spazi di pubblicazione digitale totalmente liberi e gratuiti. Per leggere senza barriere, senza restrizioni: per diffondere la cultura e renderla di dominio pubblico, ogni giorno un poco di più.

Per finire, le opere consigliate: in base a quanto l’utente ha già letto e apprezzato, Wattpad propone opere affini, suggerendoci le storie completate che più si avvicinano ai nostri gusti oppure proponendo gli aggiornamenti più recenti degli autori seguiti, insieme a quelli presenti negli elenchi di lettura degli amici.

E questo è quanto, per una veloce panoramica su questo portale; il modo migliore per conoscere davvero qualcosa, tuttavia, rimane farne esperienza: perciò, rudimentali strumenti di navigazione alla mano… Esplorate, leggete, e non lasciatevi sfuggire quest’immancabile opportunità!

 

 

Chiara Tomasella

Nata a Conegliano Veneto, da quando ha imparato a tenere una penna in mano adora riempire ogni pagina bianca con l'inchiostro dei pensieri; attualmente studia Lettere Moderne all'Università di Udine, dedicando il tempo libero alla scrittura e alla fotografia.