L’era dei lecca-martelli

4

C’era una volta Hannah Montana. Non una principessa ma senza dubbio una delle eroine della Disney, che ha spopolato nell’universo delle bimbe e delle teenager di tutto il mondo. Ma se pensate che questo sia l’inizio di una bellissima fiaba, vi sbagliate di grosso. Perchè Hannah è precipitata dallo status di icona da portare con fierezza sullo zainetto di scuola a quello di baby-porno-Gaga. Nel video del suo ultimo successo, Wrecking Ball, Miley Cyurs si dondola nuda appesa a un’enorme palla di ferro, lecca martelli e spacca mattoni. Agli MTV Awards si esibisce in pose erotiche, dimenandosi nel cosiddetto twerking, da alcuni impropriamente definito “ballo” quando invece si tratta di un imbarazzante sculettamento a novanta gradi, chiaramente nei pressi di un individuo di sesso maschile. Se prima aveva un discreto pubblico che credeva nel suo talento, adesso ha finalmente dimostrato a tutti di non possederne neanche un briciolo. Però se va avanti così potrebbero anche contattarla per il film delle Cinquanta Sfumature.

La metamorfosi della Cyrus non è altro che un aspetto di un fenomeno molto radicato nel mondo cinematografico. Ne è un esempio lampante la carriera di Emma Watson, che ha esordito nei panni di Hermione Granger nella saga potteriana, crescendo insieme al suo personaggio. Per le masse era diventata Hermione e tale sarebbe rimasta, se non fosse riuscita a scollarsi di dosso quella maschera da brava bambina e a dimostrare a tutti che poteva recitare qualunque parte. Di questo alla fine si tratta: di dimostrare al mondo che si è cresciuti. Ed Emma ci è riuscita mirabilmente senza bisogno di dare scandalo.

Non si può dire altrettanto  di un’altra cosidetta protagonista del maxischermo, Kristen Stewart. Considerando Bella Swan evidentemente troppo puritana, ha pensato bene di darsi a folli amoreggiamenti nel film On the Road. Troppo impegnata a mantenere viva l’attenzione sui suoi tira e molla con l’attore e collega Robert Pattinson, è disastrosamente scivolata ai piani bassi vincendo un bel numero di Razzie Awards, gli Oscar dei peggiori interpreti della stagione.

Abbiamo capito che Miley Cyrus non si era accontentata del pubblico che si era guadagnata grazie ad Hannah Montana e aveva bisogno di una nuova mentore, la maestra del successo cotto e mangiato. Non poteva perciò che ispirarsi a lei: Lady Gaga, la regina dello scandalo, ormai schiava di quella nudità che ha sempre esibito, a cui non può rinunciare se non vuole sparire dalle riviste patinate. Semplicemente perchè se rinunciasse a mostrare il suo corpo, non venderebbe più: il suo corpo e i suoi look osceni sopperiscono alla totale mancanza di talento. Tra l’altro le sue follie sono state messe in ombra da quelle della Cyrus. Perchè qualcuno pronto a spogliarsi ci sarà sempre, illudendosi di dare l’immagine di una persona sicura di sè che non ha paura di nulla. Quello che emerge invece suscita una smisurata pena: una ragazza che a soli 21 anni ha già rinunciato a credere nelle sue capacità e che ha talmente paura di perdere la luce dei riflettori da svendersi barbaramente senza un minimo di dignità e… leccando martelli.

Federica La Terza

Ogni riccio è un capriccio, un'idea e una curiosità. Il bisogno di andare oltre la superficie, oltre ciò che appare, mi ha spinto a coltivare a livello accademico il mio interesse per la scienza. Di fronte a tutto ciò che passa sotto la lente di ingrandimento della mia curiosità, cerco sempre di ricordarmi che per trovare risposte bisogna fare le giuste domande.