L’era glaciale 3 – L’alba dei dinosauri

0

Un film di Carlos Saldanha. Con Ray Romano, John Leguizamo, Denis Leary, Simon Pegg, Queen Latifah. Titolo originale Ice Age: Dawn of the Dinosaurs. Animazione, Ratings: Kids, durata 91 min. – USA 2009. – 20th Century Fox

Ognuno di noi ha qualcosa (o qualcuno) per cui farebbe qualsiasi cosa… è il caso di Scrat e della sua amatissima ghianda. Tutto cambia quando la piccola bestiolina trova l’amore: una scoiattolina dalle sopracciglia sinuose e dalla coda flessuosa che ovviamente punta non al cuore di Scrat, ma all’ambita ghianda. I loro siparietti, distribuiti lungo tutto il film, fanno morire dal ridere. Nel frattempo il resto della banda è alle prese con la gravidanza di Ellie -può nascere un piccolo mammuth da un momento all’altro – e con la gelosia di Sid, che per sentirsi anch’egli «mamma» non trova di meglio che covare tre uova sospette sepolte nel ghiaccio.( «Uovo cattivo, ti dovrei strapazzare!» E ancora: «Vi presento Gustuovo, Chiara e Tuorlino!»).

Quando le uova si schiudono, escono tre piccoli tirannosauri! Ma il problema è che, dai ghiacci, spunta anche la madre legittima, che si porta via i tre cuccioli assieme a Sid. Lo stravagante gruppo è formato da amici unitissimi, come sempre, soprattutto nel momento del bisogno. Quando Sid incorre nelle ire del dinosauro-mamma, si fanno in quattro per difenderlo e ad aiutarli scende in campo l’avventuriero Buck, una donnola amante del pericolo, un po’ fuori di testa. Una sorta di Capitano Achab che, invece della balena bianca, insegue da sempre il dinosauro Rudy, colpevole di averlo sfigurato. Buck porta una foglia sull’occhio destro a mo’ di benda da pirata, usa le liane, è fornito di walkie talkie di pietra e scimitarra affilata sempre a portata di mano, vive in mezzo a mille pericoli ma non ha paura. Anzi. E’ sempre pronto a rischiare la vita cercando lo scontro finale con il T-Rex Rudy cui ha strappato un dentone per farci un coltello.

Nel mondo dei ghiacci la vita continua, con i sogni, i problemi e le tensioni di un universo che conosciamo benissimo, straordinariamente simile al nostro. Non manca la morale: la dolcezza dei piccoli, la coabitazione possibile fra diversi, il calore della famiglia, anche se bizzarra.

 

Cogitoetvolo