Lo specchio

0

Narciso. La mattina ti alzi e guardandoti allo specchio non ti piaci. ‘Cosa diranno di me?’ Non vai bene se porti gli occhiali. Non vai bene se non li porti. Non vai bene se hai i brufoli. Non va bene se hai i nei. Non vai bene se hai fatto la barba. Non vai bene se non la fai da una settimana. Non vai bene se hai messo poco gel nei capelli. Non vai bene se si vede la ricrescita dall’ultimo colore. Chi sei veramente? Sei te… o Narciso? Quale parte di te si guarda in quello specchio cercando non solo il sé, ma qualcos’altro? Lo specchio non serve solo a riflettere la tua apparenza: rivela anche chi sei tu. Nelle tue maschere. Perché ti nascondi? Dietro quel trucco, quella barba, quei capelli appositamente disordinati…? Chi vuoi sembrare? Credi di illudere gli altri? Guardati allo specchio, vedrai come anzitutto non illudi te stesso. E quando non sei tu ad essere convinto di chi sei, non potrai mai trasmettere agli altri quel quid che ti caratterizza, resterai una copia anonima ed insignificante di qualcun altro, quel qualcuno da cui hai preso i capelli, lo sguardo, le mosse o il trend. Non riusciamo a vivere senza specchiarci, e lo facciamo nelle pubblicità che vediamo ovunque. Ne siamo ossessionati: guardiamo non alla ricerca del prodotto, ma alla ricerca di noi. Mi piace? Perché e come posso imitarlo? Allora, solo allora, potrò pensare di comprare quel prodotto. Narciso. La mattina ti alzi e guardandoti allo specchio non ti piaci. Ma in fondo ti piaci. Chi cerchi di prendere in giro?