L’onda

0

Un film di Dennis Gansel. Con Jürgen Vogel, Frederick Lau, Max Riemelt, Jennifer Ulrich, Jacob Matschenz. Titolo originale Die Welle. Drammatico, durata 101 min. – Germania 2008. – Bim

E’ possibile che nella Germania moderna si riformi una dittatura come quella del III Reich? È questa la domanda che il prof. Rainer Wenger pone alla sua classe scettica, durante una settimana a tema sulle molteplici forme di  governo. Inizia così, un po’ per gioco, un po’ per rispondere a questa domanda, una “simulazione”: tutti in uniforme, un simbolo, un saluto, un capo. Si chiamano “L’onda”.
Tutta la classe è entusiasta, addirittura si aggiungono studenti di altri corsi… l’onda vuole “travolgere  la Germania”.
Ma i ragazzi, nelle loro molteplici sfaccettature, si pongono ognuno in modo diverso, nei confronti del neonata “dittatura”. Karo, una ragazzina dai capelli rossi si oppone al “regime” perché non le dona l’uniforme; Marco, il suo fidanzato si diverte a frequentare l’onda, ma presto scopre che non è tutto facile come sembra…; al contrario Tim, un ragazzino solitario, si immedesima fin troppo nell’ “innocente” attività di gruppo proposta da Rainer , facendo degenerare la situazione.
I ragazzi non si rendono conto che la didattica scolastica deve fare i conti con la realtà, che ciò che può avvenire nella scuola (per gioco, o per studio) non può diventare uno stile di vita. Solo Rainer, spronato dalla sua compagna (anche lei professoressa al liceo), si accorge che tutto deve essere fermato… ma è troppo tardi.

Il film, uscito nelle sale lo scorso febbraio, mostra una Germania diversa da come ce la si aspetterebbe, ma l’ambiente giovanile non si discosta molto dalla realtà italiana. Ragazzi che cercano il divertimento, gli amici, l’amore, imparano a stare insieme, uniti sotto un unico simbolo.

L’omologazione “forzata” del regime autarchico li rende disponibili gli uni verso gli altri. Impareranno a collaborare, a fare gioco di squadra, a difendersi vicendevolmente. Ma l’esasperazione dell’autarchia degenera in dittatura e ciò non è più positivo. D’altronde, lo scopo del progetto a tema sui governi era appunto mostrare che la democrazia è la miglior forma di governo.

Il film fa discutere, io invito i cogitanti a vederlo e a commentare.

 

 

[youtube width=”590″ link=”http://www.youtube.com/watch?v=W7pNhtvriX8″]