L’ultimo crociato

0

Dalla penna del maestro dei romanzi storici, Louis de Wohl, è uscito, qualche anno fa, questo fantastico libro, L’Ultimo crociato. Il ragazzo che vinse a Lepanto.

Un grande romanzo storico. Con fervida fantasia e minuziosa ricerca storica, de Wohl ridipinge la favolosa storia di don Juan d’Austria, il giovanotto che battè i Turchi il 7 ottobre del 1571 nella famosa e gloriosa battaglia navale di Lepanto.

L’ultimo crociato si snoda tra intrighi, momenti mozzafiato e splendidi dialoghi. Un libro che vale. Sia per i contenuti, che per lo stile.

Mi sembra opportuno riportare qui di seguito una delle scene più toccanti del libro. Vale più di mille commenti.

«Vi fu un uomo mandato da Dio» disse ancora il Papa «il cui nome era Giovanni?»
Questa volta la sua voce era di nuovo differente, molto più bassa e stranamente incerta, quasi quella di un bambino, che sta ripetendo le parole del maestro. Il vecchio guardava in alto. Stava guardando la Madonna? Guardava nella pittura qualche cosa o qualcun altro?
Il Prelato Ruggero era il ritratto della confusione. Mai in cinque anni aveva udito il Papa ripetere una frase della Messa.
Pio V tirò un profondo respiro. «Vi fu un uomo, mandato da Dio, il cui nome era Giovanni» ripeté per la terza volta, ma con la voce usuale. Alto ed eretto, non più tremante, continuò a leggere le sacre parole, fino alla fine della Messa.
Mentre lo stavano aiutando a deporre i sacri paramenti, Ruggero vide che la faccia del Prelato Vanini era bagnata di lacrime. Il Papa non lo vide. I suoi occhi sembravano fissare qualche cosa di molto lontano ed egli sorrideva come un bambino.

 

 

 

SCHEDA DEL LIBRO
Titolo: L’ultimo crociato
Autore: Louis De Wohl
Genere: Storico
Editore: BUR
Età minima consigliata: 16 anni
Pagine: 402
Cogitoetvolo