L’uomo che piantava gli alberi

1

In una landa desolata della Francia meridionale un uomo vive da solo in una casa che è poco più che una capanna. E’ lì che lo incontra per caso l’autore di questo libretto che si legge tutto d’un fiato. Il primo incontro tra i due non fa presagire l’amicizia che nascerà tra loro. L’uomo solitario dedica poche attenzioni al suo ospite, tutto concentrato com’è nel selezionare e catalogare delle ghiande, scegliendo tra le centinaia che ha raccolto quelle più grandi e sane.
Non è un sintomo di follia ma l’inizio di un progetto ambizioso portato avanti con una determinazione e una precisione che l’incauto autore non riesce neanche a immaginare, pressato dai suoi impegni e dallo stile di vita che la società gli impone. I due si incontreranno a più riprese nel corso di diversi decenni. Le guerre che impazzano in Europa, gli sconvolgimenti, sembra non tocchino minimamente quella landa desolata dove all’insaputa di tutti un uomo taciturno sta lasciando un segno indelebile.

Il libro, nel quale la pagina scritta è arricchita da alcuni semplici disegni sullo stile del Piccolo principe, condivide con quest’ultimo un’altra caratteristica: sembra una fiaba per bambini e in realtà è un libro per grandi. Il lettore adulto, infatti, non avrà difficoltà a trovare tra le righe messaggi stimolanti come l’importanza di dedicare energie e tempo a progetti ambiziosi, la pazienza come qualità necessaria per il raggiungimento di obiettivi grandi, il senso di responsabilità con cui possiamo cambiare l’ambiente che ci circonda.

Ben oltre il senso ambientalista che molti hanno voluto leggere nelle pagine di questo racconto -pubblicato per la prima volta nel 1953- sembra che l’autore voglia sussurrare all’orecchio del lettore dei nostri giorni un invito chiaro a non lasciarsi trascinare dal ritmo incalzante e logorante di una vita stressata, ma a scoprire invece il gusto delle cose veramente importanti che nel silenzio crescono, maturano e danno frutto.

 

 

SCHEDA DEL LIBRO
Titolo: L’uomo che piantava gli alberi
Autore: Jean Giono
Genere: Metafore della vita
Editore: Salani
Età minima consigliata: 13 anni
Pagine: 64
Guido Vassallo

Insegno in una scuola media, ma la cosa che mi piace di più è imparare. Per questo leggo, per questo parlo con la gente e mi stupisco ogni volta dell'infinità dello spirito umano.