Silvia Occhipinti

Onde. Scarpette di stoffa, rosa, consumate. Greco. Libri. Notte. Inchiostro. Queste sono le mattonelle del mio nome. Riempite a modo vostro ognuna di queste piccole parole, ma tenete sempre i vostri pensieri accanto a una diciassettenne con un pizzico di follia negli occhi, pellicine rovinate ai pollici e un paio di Superga rosse ai piedi.
Forse vi sarà utile sapere che… non so trattenere i sorrisi, mi piace la musica senza parole, e sono perdutamente innamorata degli occhi che brillano.