Mister Felicità

0

Un film di Alessandro Siani. Con Alessandro Siani, Diego Abatantuomo, Carla Signoris, Cristiana Dell’Anna. Genere: Commedia. Paese: Italia.Target:11+. Durata: 97’. Anno: 2016. Uscita: 1/01/2017.

Un mental coach improvvisato cerca di rilanciare la carriera di una bella campionessa di pattinaggio

Alessandro Siani e Checco Zalone, seppur in modo diverso, sono gli unici che riescono a dare nuova linfa alla commedia italiana intorpidita da anni. Come Zalone anche Siani è solito rappresentare il solito personaggio del profondo Sud in grado di arrangiarsi e di adattarsi di fronte alle difficoltà del quotidiano. In questo nuovo film Siani racconta di un fannullone che aiuta un guru a riallacciare i rapporti con la figlia.

Il protagonista si è già trasferito al Nord da tempo e dopo tante delusione nel mondo del lavoro, ha deciso di passare le giornate stravaccato sul divano di casa di sua sorella, che fa le pulizie nella lussuosa villa di un venditore di autostima e felicità, interpretato dal bravo Diego Abatantuono, perfettamente a suo agio nel ruolo di mental coach. A causa di un incidente della sorella e dell’assenza del guru per un viaggio di lavoro, il fannullone Martino sostituirà Abatantuono nel suo lavoro per raggiungere facilmente i venti mila euro necessari per l’intervento della sorella. A sorpresa, però, Martino si rivelerà una spalla preziosa dello strano santone, bravo nell’aiutare a ricostruire l’autostima degli altri ma incapace di sciogliere i nodi della sua vita privata.

Uscito a Capodanno, Mister Felicità era il film di cui ci si aspettava di più. La fragile sceneggiatura è sorretta da gag prevedibili e da un umorismo di circostanza – tipico delle commedie romantiche – che indeboliscono il film e rischiano di annoiare lo spettatore. Siamo, infatti, ben lontani dai ritmi comici che Siani aveva dimostrato in Benvenuti al Sud con la regia Luca Miniero. Il che fa pensare che Siani sia meno bravo nel ruolo di regista e sceneggiatore, anche se bisogna riconoscere che i suoi film si fanno sempre portavoce di un messaggio positivo e mai volgare, nonostante siano a tratti stucchevoli.

In Mister Felicità il regista napoletano vuole dimostrare che il teorema della felicità non è poi così difficile da dimostrare e che a volte basta un incontro per caso per cambiare per sempre la nostra vita. Come nel caso di Arianna, pattinatrice di successo ora depressa a causa di una caduta durante un campionato e Martino, uomo disilluso dalla vita e pigro. Se Arianna imparerà che bisogna sempre rialzarsi dopo ogni caduta, Martino capirà che soltanto mettendosi in gioco riuscirà a cambiare la sua vita. Tutto finirà bene come accade nelle favole moderne. Un film non imperdibile ma certamente adatto alle famiglie.

Giornalista. Membro della Direzione e Responsabile della sezione Cinema e TV.Scrive anche per Cronachedigusto.it, FoodieDrivers.it, Geapress - Agenzia di Stampa. Vincitrice della Borsa di Studio Norman Zarcone, assegnata dall'Ordine Giornalisti Sicilia