Naked City

0

Dopo Progressive (Dream Theater) e Fusion (Jaco Pastorius), ecco ora un gruppo che sembra non appartenere ad alcun genere: i Naked City. Sembra perché il loro sperimental-jazzè formato da generi molto differenti quali free-jazz, grindcore, country, swing, ambient ed altro.

Il free-jazz è un tipo di musica libera, completamente al di fuori degli schemi: uno dei limiti estremi raggiunti negli anni è stata la partitura per quintetto che prevedeva la libera improvvisazione, contemporanea, di tutti gli strumenti secondo l’estro del momento.

Il grindcore è un genere simile al Death metal, e spesso confuso con questo, per via di forti similarità quali voce gutturale, chitarre estremamente distorte, ritmi rutilanti e velocissimi.

La country music è il risultato dell’unione di forme popolari della musica americana sviluppatasi nel sud degli Stati Uniti.

Lo swing, un genere musicale di tipo jazz si distingue innanzitutto per una forte sezione ritmica e per un tipo di esecuzione delle note con un ritmo “saltellante” (o “dondolante”, appunto swing in inglese)

La musica ambient o musica d’ambiente (in inglese ambient music) è un genere musicale il quale può assumere più importanza nelle note. È generalmente caratterizzata da suoni ampiamente atmosferici e naturali. La musica ambient è stata spesso utilizzata per creare delle atmosfere o paesaggi sonori particolari. Talvolta può costituire un’alternativa alla musica di sottofondo e fornisce più libertà espressiva al musicista.

Insomma il genere praticato dai Naked è un miscuglio di generi che ne formano uno molto originale e particolare: una sorta di caos ordinato, incredibilmente tecnico e veloce, o melodico, a seconda del contesto. In alcune loro canzoni si affianca una parte che molti definirebbero “casino” ad un’altra parte melodica e tranquillissima. Un esempio bellissimo è “You will be shot“. In un minuto e trenta secondi di brano ci sono tre generi completamente diversi: grindcore, free-jazz e uno swing molto dolce. Appunto caos.

Ed è questo il bello di questo gruppo: riescono a mischiare generi diversi per formare un genere che non ha regole, ma di un espressività spaventosa, oltre alla difficoltà di composizione ed esecuzione.

Purtroppo questo non-genere non è conosciuto e anzi, coloro che lo conoscono molto spesso non lo ritengono degno di essere definito musica… Effettivamente è difficile da apprezzare, soprattutto in questi tempi in cui la musica è ascoltata per passare il tempo e consumare emozioni rapide: in questo modo la brillante idea dei Naked City di unire diversi generi, non solo non piace ma è anche molto criticata. Ed è un peccato…

Eccovi un assaggio:

[youtube width=”580″ link=”http://www.youtube.com/watch?v=fUBEYtGrHIY”]

e se questo video vi è piaciuto…

[youtube width=”580″ link=”http://www.youtube.com/watch?v=dMGr1l9vRfA”]