Non è più come prima!

0

Fin dalle sue origini l’uomo ha sentito il bisogno di distrarsi dai problemi quotidiani e ha trovato il modo giusto per farlo nella musica; la musica quindi si è evoluta di pari passo con l’uomo fino a oggi. Essa è un ottimo modo per distrarsi un po’ e anche per sognare, perché ha in parte sostituito quello che una volta era la poesia; infatti i cantautori cantano quello che provano, esprimono i loro sentimenti e spesso ciascuno di noi si rivede nelle parole delle canzoni, proprio come accade con la poesia.

Penso che nella vita dell’uomo, la musica sia presente soprattutto durante l’adolescenza; infatti i giovani la vedono anche come un luogo dove rifugiarsi. Ogni ragazzo (compreso me) ascolterebbe sempre musica, qualsiasi sia il suo stato d’animo in un preciso momento: felice, triste, confuso, arrabbiato, dato che esiste musica di tutti i tipi, adatta ad ogni stato d’animo.

Inoltre a ciascuno capita di associare una canzone ad un determinato periodo della sua vita. Vi è mai capitato di sentire dire: questa canzone si ballava quando andavo al liceo, oppure anche di associare una canzone ad un periodo della vostra vita?

Oggi però la musica non è più quella di prima, soprattutto dal punto di vista qualitativo; ad esempio non ci sono più quei fantastici gruppi rock della metà del secolo scorso, che hanno scritto la storia della musica e fatto da colonna sonora ai giovani di quegli anni. Prima, infatti, la musica era quasi al centro del tempo libero di ogni ragazzo: basti pensare alle serate che ad esempio passavano i ragazzi degli anni ?70, ?80 e ?90, tutti a cantare con la chitarra, in spiaggia, nelle campagne, cosa che oggi succede raramente; infatti oggi molti giovani preferiscono abbandonare la chitarra e ascoltare musica House come colonna sonora per fumare e ubriacarsi (anche a 14 anni).

Ecco! Molti ragazzi oggi ascoltano musica House, fatta di suoni, rumori e non di note e accordi, nemmeno capisco perché si osa definirla musica!!!

Adesso magari penserete ma questo che scrive quanti anni ha? Nel mio profilo c’è scritto che ho 14 anni ed è la verità, infatti anche se sono un ragazzo ho le mie idee e non sempre condivido tutto quello che oggi fanno i miei coetanei per divertirsi; per me passare le serate con quella colonna sonora (pessima!) fumando e bevendo non significa divertirsi, ma rovinarsi la vita. Io il divertimento lo intendo in un altro modo, magari con una bella chitarra in mano a cantare in spiaggia con gli amici a ridere e scherzare, senza fumare e ubriacarsi come solo pochi ragazzi oggi sanno fare.

Forse oggi la musica non è più quella di prima proprio perché non c’è più chi l’apprezza e chi l’ascolta, dato che oggi a fare da colonna sonora alle serate di molti giovani c’è solo quel “casino” di suoni e rumori computerizzati.

Voi come la pensate?