Scoprire Praga: il quartiere di Mala Strana

0

Sulla sponda sinistra del fiume Moldava, a due passi dal Ponte Carlo, il quartiere di Mala Strana si staglia come una tavolozza di colori brillanti sul paesaggio urbano di Praga, di cui rappresenta uno degli angoli più poetici. Il “quartiere piccolo” è infatti un vero e proprio concentrato di scenari fiabeschi, scorci pittoreschi e posticini dalle atmosfere davvero particolari, che merita di essere scoperto in ogni sua sfumatura.

Le origini di Mala Strana risalgono al XIV secolo, quando ne vennero gettate le basi, con l’obiettivo di dar vita a una delle prime espansioni dell’originario nucleo urbano di Praga. Quasi interamente distrutto da un terribile incendio nel 1541, il quartiere venne ristrutturato seguendo i progetti di architetti italiani, grazie ai quali è stato possibile fondere gli elementi tradizionali con gli stilemi del Barocco e del Rinascimento tipici nostrani. I lavori hanno conferito al quartiere un’estetica dallo stile unico. Qui, oggi, i grandi monumenti del passato si ritrovano a convivere con un susseguirsi di locali, caffetterie e atelier di tendenza, che diventano un must per chiunque si conceda una sosta in un hotel a Praga.

Tra i monumenti più significativi del quartiere, ricordiamo innanzitutto la Cattedrale di San Nicola, che si innalza come una delle più belle costruzioni barocche d’Europa nel cuore di piazza Malostranské náměstí. Splendida da fuori, con la sua imponente cupola con campanile, la struttura custodisce preziosissimi affreschi, sculture e decorazioni pregiate, tra cui fa capolino anche un antico organo legato alla figura di Wolfgang Amadeus Mozart. Non distante, si incontra il famoso Castello di Praga, l’immenso complesso architettonico che racchiude oltre mille anni di storia, tra palazzi, musei, opere d’arte e giardini. E se visitarlo è un’esperienza da non perdere, meglio organizzarsi con una guida come quella proposta da Expedia, per evitare di trasformare il tour di visita in un’esperienza troppo dispersiva. Mala Strana racchiude anche il Ponte Carlo, un’altra suggestiva costruzione che collega le rive della Moldava in maniera scenografica, stretto tra due imponenti torri gotiche e accompagnato da un susseguirsi di statue e sculture, spettacolari con le luminarie notturne.

Nell’affascinante cornice delimitata da questi e altri splendidi monumenti, come accennato, si trovano alcuni dei punti di ritrovo più amati dai giovani della città. Tra questi, spicca la storica birreria che da oltre 700 anni occupa gli spazi di U Glaubiců, un luogo dalle atmosfere d’altri tempi, perfetto per degustare alcune delle migliori birre della città. Non sono da meno, poi, i locali più recenti intorno all’area del “John Lennon Wall”, ovvero la raccolta di murales dedicati a John Lennon, che conferisce un’aura decisamente suggestiva alla movida della zona, attirando curiosi da tutto il mondo.

Cogitoetvolo