Sognando Beckham

0

Un film di Gurinder Chadha. Con Parminder Nagra, Keira Knightley, Jonathan Rhys-Meyers, Anupam Kher, Archie Panjabi. Titolo originale Bend It Like Beckham. Commedia, durata 112 min. – USA, Gran Bretagna, Germania 2002.

Jess, la diciottenne anglo-indiana protagonista del film di Gurinder Chadha (2002) ha un idolo: il campione di calcio inglese David Beckham. Il suo sogno, così, diventa quello di giocare a calcio come lui. Sogno, però, improbabile per una ragazza indiana che vive a Londra, fortemente condizionata da una famiglia molto religiosa e tradizionalista. Ecco allora che per Jess la passione per lo sport e la mitizzazione del campione diventa l’occasione per emanciparsi e combattere la rigida mentalità della sua famiglia d’origine. Malgrado l’opposizione della madre, la ragazza coltiva il suo sogno e quando conosce una ragazza che frequenta una squadra di calcio femminile, inizia a partecipare agli allenamenti con lei. Le cose sembrano funzionare, anche perché la famiglia di Jess è completamente assorta dai preparativi per il matrimonio della sorella.
E mentre tra le due ragazze nasce una sincera amicizia, anche in squadra le soddisfazioni non tardano ad arrivare. Infine, tra gli allenamenti, una cotta per l’allenatore che metterà in conflitto le due amiche, e i festeggiamenti per il matrimonio, Jess è costretta a scegliere tra seguire il suo sogno di giocatrice o rinunciare per rispettare la volontà della famiglia.

Il film è una piacevole commedia che non ha la pretesa di rappresentare con realismo il conflitto tra generazioni, bensì desidera mettere in evidenza, ma anche sdrammatizzare alcuni temi tipici dell’età adolescenziale. Anche la mitizzazione del campione, che lascia traccia nel titolo, non condiziona direttamente il vissuto della protagonista, perché David Beckham, seppur in una scena del film compaia fugacemente, rimane un’icona lontana, che serve a far prendere coscienza a Jess delle proprie passioni e della libertà di rompere gli schemi di vita prefissati.

Insomma, ciò che spinge Jess verso una vita diversa da quella preparata dalle tradizioni del suo paese non è la passione per il campione o la volontà di emularlo, ma la sua tenacia nel realizzare i sogni.

Cogitoetvolo