The Judge

0

Un film di David Dobkin. Con Robert Downey Jr., Robert Duvall, Billy Bob Thornton, Vera Farmiga, Melissa Leo, Vicent D’Onofrio. Sceneggiatura: Nick schenk, David Seidler, Bill Dubuque. Fotografia: Janusz Kaminski. Produzione: Big kid Pictures, Team Downey, Warner Bros. Distribuzione: Warner Bros, Italia. Paese: USA. Target:14+. Uscita: 23/10/2014.

Un giudice in pensione costretto a sedersi dalla parte degli imputati. A difenderlo un figlio avvocato che non vede da anni. In mezzo una grave accusa di omicidio e un rapporto difficile da dipanare, vissuto sul filo di ricordi ormai sbiaditi. David Dobkin porta sul grande schermo una inedita coppia di grandi attori, il candidato Oscar Robert Downey Jr. e il Premio Oscar Robert Duvall. Un duo stellare e ben affiatato che viene voglia di rivedere presto insieme.

The Judge, prodotto dalla Warner Bros Pictures, al cinema dal 23 Ottobre, è stato presentato martedì scorso a Roma, tappa europea del tour promozionale, alla presenza del regista e delle due star americane. Il film declina all’infinito il controverso rapporto dei due protagonisti, segnato da troppi silenzi e da parole non dette. Tutto comincerà a cambiare quando Hank Palmer (un matrimonio fallito alle spalle, padre affettuoso di una bimba ma anche avvocato cinico e spregiudicato di Chicago al servizio dei potenti che vogliono cavarsela a qualunque prezzo) sarà costretto a tornare a casa per un evento luttuoso e a difendere il severo padre Joseph, giudice conosciuto e rispettabile ingiustamente accusato di omicidio e con il quale ha tagliato i ponti da anni.

Chi è stato ad investire la vittima? Si tratta di un omicidio di primo grado? E ancora: chi vuole incastrare un giudice vecchio stile con alle spalle quarantadue anni di carriera?

Alla ricerca della verità e del tempo perduto, Hank farà un bilancio esistenziale e si metterà alla ricerca della strada maestra che porta al perdono, al ricongiungimento familiare (Hank ha anche due fratelli) e alla riscoperta di un rapporto affettivo interrotto troppo bruscamente. E non solo. L’arco di trasformazione del protagonista lo porterà ad effettuare un doloroso viaggio all’interno del proprio io che lo spingerà a diventare una persona migliore e un professionista rispettabile. Del resto ci si rialza e si vince sempre dopo essere caduti.

In questo dramma familiare che promette sorprese fin dallo spettacolare trailer che invitiamo a visionare oltre a Duvall e a Robert Downey Jr. (che per l’occasione si è tolto l’armatura di Iron Man) spicca un cast di grandi attori. Tra gli altri: Vera Farmiga che interpreta l’ex fidanzata di Hank, il premio Oscar Billy Bob Thorton nei panni di un abile pubblico ministero e Vincent D’Onofrio.

La storia (prodotta anche da Susanna Downey, non presente a Roma perché al terzo mese di gravidanza e ispirata alle vicende personali del regista David Dobkin che dopo la morte del padre si è dovuto occupare della madre malata di cancro) si poggia indubbiamente sul carisma dei due grandi protagonisti, ma fa anche riflettere sulla responsabilità che i figli devono assumersi quando i genitori cominciano ad invecchiare e su un rapporto fondamentale per la persona umana che, se vissuto con amore e autentica comprensione, può davvero indirizzare e plasmare al meglio la nostra vita da adulti e da futuri genitori.


Articolo Sponsorizzato


Giornalista. Membro della Direzione e Responsabile della sezione Cinema e TV.Scrive anche per Cronachedigusto.it, FoodieDrivers.it, Geapress - Agenzia di Stampa. Vincitrice della Borsa di Studio Norman Zarcone, assegnata dall'Ordine Giornalisti Sicilia