Tomorrowland

0

Un film di Brad Bird. Con George Clooney, Hugh Laurie, Britt Robertson, Raffey Cassidy. Produzione: Walt Disney Pictures. Distribuzione: Walt Disney Pictures. Paese: USA. Anno: 2015. Uscita: 21 Maggio 2014. Target: 11+.

Legati da un destino comune, un’adolescente piena di curiosità scientifica e un ex ragazzo-genio inventore s’imbarcano in una missione per scoprire i segreti di un posto da qualche parte nel tempo e nello spazio che esiste nella loro memoria collettiva.

Tomorrowland è un parco dei divertimenti rivolto al futuro all’interno di Disneyland. Ispirandosi a questo progetto il produttore Damon Lindelof ha ideato la trama di Tomorrowland, diretto da Brad Bird, dove racconta di un viaggio fantascientifico in una misteriosa dimensione parallela. Una città dell’ottimismo che guarda il futuro come un luogo animato da grandi ideali. Una città a misura d’uomo, ha dichiarato George Clooney, non controllata dall’egoismo di associazioni o governi e dove non esiste il pessimismo.

Il produttore Damon Lindelof ha raccontato alla stampa che tempo fa aveva sentito parlare di una scatola ritrovata per caso in un armadio dei Disney Studios, contenente alcuni modelli, fotografie e lettere relative alla creazione di Tomorrowland e dell’Esposizione Mondiale del 1964 a New York. Da qui nasce l’idea del film.

Tomorrrowland racconta la storia di Frank, un uomo pessimista e disilluso e di Casey una adolescente molto ottimista e innamorata del mondo scientifico. I due intraprendono insieme una pericolosa missione che cambierà per sempre le loro vite e il mondo. Di tutto questo però lo spettatore non si accorge perchè il film (deludendo tutte le aspettative dovute alla sceneggiatura firmata da Bird e all’enorme budget investito) risulta un po’ noioso, pedante e fin troppo didascalico. Gli unici momenti di grande meraviglia il film li offre durante la scoperta di Frank bambino e di Casey nella città del futuro o quando la Tour Eiffel diventa una vera rampa di lancio per un altro mondo.

Nel cast del film c’è anche l’ex dottor House, Hugh Laurie mentre le scene sono state girate tra le architetture arabescate di Valencia e i super grattacieli di Vancouver. Le musiche sono invece di Michael Giacchino.

Da salvare soltanto l’idea da cui nasce l’intero progetto del film. Un vero innovatore Walt Disney che non ha mai avuto paura di essere un pioniere e che si è sempre posto con ottimismo l’interrogativo: cosa ci riserverà il futuro? Una domanda un po’ difficile da porsi oggi in un mondo che sembra guardare al domani con sospetto anche a causa della crisi. Una crisi economica, quella che stiamo attraversando, che è prima di tutto una crisi di valori.

Eppure nonostante tutto, è questa alla fine la tesi del film, siamo tutti chiamati a migliorare il nostro pianeta e a migliorarci, guardando al futuro come un luogo ideale come accadeva negli anni ’50. Anni in cui, come diceva Walt Disney, tutte le cose che sembrano impossibili oggi, diverranno possibili domani.

 

Giornalista. Membro della Direzione e Responsabile della sezione Cinema e TV.Scrive anche per Cronachedigusto.it, FoodieDrivers.it, Geapress - Agenzia di Stampa. Vincitrice della Borsa di Studio Norman Zarcone, assegnata dall'Ordine Giornalisti Sicilia