Un Bitcoin per diventare ricco

0

La possibilita (reale?) di diventare ricchi sta rendendo tutti pazzi per le criptovalute

Forse non bastavano il SuperEnalotto, le schedine della domenica e le scommesse clandestine sulle lotte tra cani. C’era proprio bisogno di un nuovo espediente per fare soldi in modo semplice ed indolore. Serviva un’idea geniale per coniugare fortuna e voglia di non imparare assolutamente nulla. Perché è questo che importa: fare soldi senza faticare.

Di che sto parlando?
Molto semplice! Parlo delle criptovalute. Ma forse lo sapevi già, caro lettore. Il titolo dell’articolo contiene la parolina magica: Bitcoin.
E forse sei qui proprio perché volevi saperne di più. Saprai già che il Bitcoin è solamente una delle tante monete che stanno spopolando per il Web. Vuoi conoscere le altre?
Beh, in effetti chi investirebbe del denaro sul Bitcoin? Una moneta costa migliaia di euro. Chi li ha tutti questi soldi?
Sarebbe bello, però, buttare anche un solo euro per comprare qualche altra moneta più economica, nella speranza che cresca di valore e, nel giro di qualche mese, ci renda tutti incredibilmente ricchi.

Già, sarebbe bello. Però in quanti, tra coloro che vogliono fiondarsi sul mercato delle criptovalute, sanno effettivamente come leggere le complesse variabili del mondo della finanza? Come può un comune mortale investire su qualcosa che non conosce?
Ultimamente nascono e si diffondono dei corsi di formazione riguardo questa nuova materia che, senza ombra di dubbio, merita di essere approfondita. Uno studio è necessario soprattutto considerando che il mondo dell’economia è alla base dei cambiamenti socio-politici. Una conoscenza anche basilare sarebbe utile per non avventarsi in rischiosi investimenti. Eppure l’economia risulta essere una disciplina realmente poco conosciuta. Nonostante ciò se ne parla tanto e si entra con superficialità in questo mondo.

La Consob (Commissione Nazionale per le Società e la Borsa) annualmente stila un rapporto in cui emerge l’evidente ignoranza degli italiani riguardo le materie di tipo economico. Il rapporto del 2017 descrive addirittura come gli italiani sopravvalutino le proprie conoscenze in ambito economico.
In parole povere: la gente crede di saper gestire il denaro perché ha un portafoglio, un conto in banca o ha osato investire del capitale. È come ritenersi esperti del mondo orientale solamente perché il proprio vicino di casa proviene dalla Cina.

Tutto ciò è molto pericoloso. Soprattutto se la beata ignoranza è accompagnata da una buona dose di follia, come quella di chi si avventa imperterrito nel mondo delle criptovalute. Si tratta di un mondo che neanche gli esperti riescono ancora a decifrare. Eppure attira curiosi e investitori.
Dietro al mondo delle criptovalute esiste una tecnologia, la Blockchain, che è ritenuta forse la più grande innovazione dopo Internet. La parte interessante della questione sta nel fatto che molte criptovalute (tra cui il Bitcoin) non hanno una banca o un sistema riconosciuto alle spalle che possa gestire, garantire e controllare le transazioni e i mercati finanziari. Tutto il sistema è, se proprio vogliamo abusare del termine, un po’ anarchico.
La rivoluzione economica potrebbe nascere proprio da qui. E finché ci saranno investitori convinti che una data moneta virtuale possegga del valore, questo esisterà realmente ed influenzerà il mercato. È tutto molto affascinante. Ma siamo sicuri che questo sia un esame che può superare chiunque?

La moda passerà. Arriverà un momento in cui la questione Blockchain verrà discussa esclusivamente da esperti. E lì terminerà tutta questa grande speculazione che coinvolge anche i pesci piccoli. Perché è solamente speculazione.
Vuoi guadagnare facilmente? Scegli Bitcoin & co.

Francesco Pirrotta

Sono uno studente di ingegneria. Amo la matematica, la lettura, la scrittura, l'attualità, lo sport e la politica. Sono un sognatore: sto coi piedi per terra, ma con gli occhi all'insù. La penna, per me, è solo uno dei modi che ho per migliorare il mondo.