Un giorno speciale

0

Oggi è iniziata la scuola nella maggior parte delle regioni italiane.
Ma a me, riguarda poco.
Oggi è un giorno speciale.
Oggi compio gli anni.

Ne compio 18… gli amici mi chiamano Biano, fa così anche tu.
Sai, non voglio festeggiare. Di solito i 18 sono quelli “importanti”, quelli seri, quelli da festona in giacca e cravatta (sigh!) o da super cena da offrire agli amici più cari (eh.. cari sì, stasera!), se proprio proprio non vuoi fare le cose in grande…
Ma i miei 18 sono speciali. Li vivo così come vengono, in questa giornata.

E anche se io non amo essere al centro dell’attenzione, la vita dietro l’angolo mi sorprende. Come sempre, come ogni giorno – pazzesca la vita! Ti aspetti una cosa, e puff! ne spunta tutt’altra!

Così oggi sono stato bonariamente preso in giro. Preso in giro perché non volevo festeggiare… beh, a scuola lo sapevano tutti – anzi mi davano dello sfigato perché il mio compleanno cadeva proprio con il primo giorno di scuola. Gneeeee!

Ma dai, lo sanno tutti che il primo giorno è un giorno fantastico! Certo ti riempi il diario di compiti, ma anche tutte le scritte e gli scarabocchi e le prime battute che vengono subito rese eterne in quelle poche righe… o pagine strappate per tirare bigliettini.

Insomma, tanto ho detto, tanto ho fatto, cercando di passare zitto zitto, che mi sono ritrovato una piccola Sacher. Lo sapete, voi che me l’avete preparata. Lo sapevate che mi piaceva, e chissà perché ogni tanto veniva fuori in qualche discorso qua e là, forse rientrando dal mare, forse passando davanti a quella profumatissima aromatica pasticceria… chissà chi di voi ha “registrato” nel suo cervello questo memorandum, eppure… mi ritrovo con una umile Sacher dal diametro di 10 cm, umile perché anche lei vuole passare inosservata – sanno che più grande mi imbarazzerebbe.
Così, con tanto di coltello, la tagliamo in fette piccole piccole e ci sembra di condividere un tesoro.

Il vero tesoro che condividiamo oggi è l’amicizia. Quella di chi s’è ricordato del mio gusto preferito. Quella di chi ha pensato di farmela sbucare sotto il naso quando meno me l’aspettavo. Quella di chi mi ha risparmiato il tirarmi le orecchie. Quella di chi già prende in giro la mia guida… ahah!

Ogni giorno è speciale, ma oggi un po’ di più.
Perché volevo passare inosservato, invece mi hanno donato tante piccole perle di affetto, da farne una collana splendida… spero un giorno di poter fare lo stesso regalo a qualcun altro, chissà… forse domani è il compleanno tuo…?

…hei… visto che ci sono posso festeggiarmi da solo? Ormai…!

Auguri Biano! …18!!!