Un mondo in soggiorno

2

Mia nonna si sedeva sul divano del salotto, accendeva la televisione a valvole, aspettava qualche secondo e poche decine di pixel bianchi e neri cominciavano a inseguirsi sullo schermo per cercare di costruire delle immagini che assomigliassero almeno un poco alla realtà. Nel frattempo da grandi casse usciva una voce gracchiante che tentava di andare dietro alle immagini. All’inizio c’era un solo canale. Quando ne sono nati altri mia nonna doveva alzarsi dal divano, accostarsi a una di quelle scatole di legno che chiamavano televisori e girare la manopola per guardare un altro programma. Ci credo che guardava poca televisione. Se voleva svagarsi andava al cinema.

Oggi io mi siedo in salotto, sfioro un piccolo touchpad e accendo il mio Sony TV 4K. Si apre una finestra e il mondo intero entra in casa mia, con tutta la sua ricchezza di colori, sfumature, suoni. Nella cornice dello schermo due piccole casse trasmettono un audio perfetto. Quando vedo i film collego anche il subwoofer senza fili che danno in dotazione con questo modello di televisori. In quei casi mi sembra di essere al cinema, soprattutto quando guardo i film in 3D. Solo che al cinema se parli, commenti le immagini, urli o ti sganasci dalle risate gli altri ti guardano male. A casa, invece, invito chi voglio e mi diverto con i miei amici. E se loro non riescono a venire per trascorre insieme la serata perché vivono dall’altra parte del mondo, allora il mio Sony TV 4K fa una cosa grandiosa: apre una finestra su un lato dello schermo e tramite la scheda wi-fi integrata e la webcam mi consente di videochiamare. Mentre guardo le partite di calcio è tale la definizione della tecnologia ultra HD che mi sembra di essere in campo. E soprattutto posso chattare con i miei amici: è una goduria, soprattutto quando la mia squadra vince e la loro perde.

C’è solo un problema. Ogni tanto devo spegnere il Sony TV 4K. Lo devo fare. Altrimenti mi dimentico che oltre al mondo intero che da qualche settimana ha preso vita nel mio soggiorno, ce n’è un altro lì fuori. Me lo dice sempre mia nonna: non ti dimenticare che il mondo vero sta oltre queste quattro pareti, non si può racchiudere nei televisori.

Cara nonna, lo so, sono d’accordo con te. Ma non credi che sia una fortuna poter scegliere cosa vedere, informarsi, guardare la realtà anche attraverso questa finestra? E poi: per te era facile spegnere la tv, ma io come faccio? Non che è vuoi solo farmi fuori per vedere le telenovelas in Ultra HD 4K?

 

TV: Passato VS Presente - Infografica

Cortesia di Sony

Articolo sponsorizzato

Guido Vassallo

Insegno in una scuola media, ma la cosa che mi piace di più è imparare. Per questo leggo, per questo parlo con la gente e mi stupisco ogni volta dell'infinità dello spirito umano.