Una banca che ti racconti. Racconti di vita.

0

Narrerà l’emozione di una crisi affrontata, di quell’idea da sempre serbata in un cassetto che ora invece è reale…

“Non inventiamo storie. Ne abbiamo tante vere da raccontare.” E non solo perché una storia vera sa colpire e commuovere più di una inventata, piuttosto perché farsi partecipi di una storia vera è prestare le orecchie, offrire il cuore. E’ in questo che credono i soci della Banca di Credito Cooperativo.

Come Gianni Maddaloni, ora titolare di una scuola di judo del quartiere napoletano di Scampia, il quale è riuscito a realizzare il suo progetto ricevendo il sostegno di cui aveva bisogno. La sua avventura e quella dei suoi ragazzi si è intrecciata con quella della BCC in un laccio bellissimo e inestricabile: da qui è nata la Campagna di Comunicazione 2015 del Credito Cooperativo.

Un’iniziativa pubblicitaria in atto per 20 settimane, dal 16 marzo scorso al 2 agosto 2015, che mira a far conoscere la Banca attraverso un marketing narrativo, proponendo cioè il racconto delle vicende di quanti, con il loro impegno economico e sociale, sono riusciti a concretizzare i propri sogni.

La storia aziendale nasce quindi dall’intreccio di storie di famiglia, cosicché il socio si scopra finalmente protagonista. Non parlerà, dunque, davanti ad una telecamera osannando la sua compagnia bancaria per il prestito ricevuto, ma narrerà l’emozione di una crisi affrontata, di quell’idea da sempre serbata in un cassetto che ora invece è reale, vera come la sua storia, raccondata in questo breve video:

Di storie come questa sarà costituito www.cisiamobcc.it il nuovo sito della BCC: un puzzle tutto italiano che da nord a sud percorrerà le vicende comuni, sbirciando nelle case e mettendo così al centro la persona. Del resto, è questo che rende una banca davvero differente: che il cliente sia il testimonial.

Nel vivo dell’estate, il Credito Cooperativo sarà on air con una campagna pubblicitaria a 360°: skin pages, banner, inserzioni statiche, mini spot sulle principali testate giornalistiche, promozione sui social network e nei più importanti motori di ricerca. Perché tutti lo sappiano. Perché la BCC e i suoi soci hanno qualcosa in comune: vogliono essere protagonisti.

Articolo Sponsorizzato

Cogitoetvolo