Una barca nel bosco

0

Cosa ci sta a fare una barca nel bosco? Niente. Si trova nel posto sbagliato, infatti. Ed è quello che avviene al giovane Gaspare Torrente, il protagonista del libro. Figlio di un pescatore di una piccola isola del sud si trasferisce a Torino giusto in tempo per cominciare il liceo nella grande città. Una ottima occasione per mettere a frutto le straordinarie doti intellettuali che ha sviluppato nell’infanzia: a tredici anni traduce già dal latino, apprezza Orazio, ama Verlaine. Ma la scuola che trova non è forse il luogo più adatto per i suoi talenti. Appena comincia a prendere i primi 10 i compagni lo guardano di traverso: a nessuno interessa l’eccellenza e così decide che per essere accettato dai suoi amici deve diventare un po’ come loro.

Il processo di assimilazione al “liceale medio” è spassosissimo: si compra il telefonino, comincia a frequentare i ragazzi più opinion leader della scuola, si procura una felpa col cappuccio, comincia a dire le parolacce, si impegna per prendere voti più ?normali’ e nel giro di poco tempo viene finalmente accettato dal gruppo. Eppure non è soddisfatto. Terminata la scuola approda all’Università. Orientato male, ancora una volta, dalle convenzioni sociali mette da parte il sogno di fare Lettere e finisce a Scienze della Comunicazione, «una cosa moderna, frizzante». Pur di poter fare la tesi su Rutilio Namaziano si trasferisce in Giurisprudenza (cosa c’entra, poi?). Inutile dire che l’inserimento nel mondo del lavoro non sarà dei più entusiasmanti?

La storia di Gaspare Torrente è la storia di un talento che non trova l’habitat giusto per sbocciare (per restare nella metafora vegetale). Paola Mastrocola, autrice di questo breve romanzo, che si legge veramente con gusto, è una appassionata professoressa di lettere in un liceo scientifico e guarda con senso critico al sistema educativo di oggi. Certo, traspare un po’ di amarezza nelle pagine del libro, ma non manca un sottile messaggio ottimista, per chi sa coglierlo. Non è casuale che, pagina dopo pagina, al processo di impoverimento culturale corrisponda un crescente interesse per le colture. E proprio in uno strano bosco Gaspare Torrente darà una senso alla sua vita. I talenti vanno coltivati, come le piante, con fatica e amore.

Un libro che fa riflettere, intelligente e scorrevole, che nel 2004 ha meritato all’autrice il Premio Campiello.

 

SCHEDA DEL LIBRO
Titolo: Una barca nel bosco
Autore: Paola Mastrocola
Genere: Romanzo di formazione
Editore: Guanda
Età minima consigliata: 16 anni
Pagine: 257
Guido Vassallo

Insegno in una scuola media, ma la cosa che mi piace di più è imparare. Per questo leggo, per questo parlo con la gente e mi stupisco ogni volta dell'infinità dello spirito umano.