Una storia sbagliata

0

Una Storia Sbagliata è un film che racconta con sincerità quanto gli effetti deleteri della guerra feriscano l’intimità dell’uomo

Un film di: Gianluca Maria Tavarelli. Con: Isabella Ragonese, Mehdi Dehbi, Francesco Scianna, Stefania Orsola Garello, Nello Mascia. Durata: 109 min. Paese: Italia. Prodotto da: Palomar
Uscita nelle sale: giovedì 4 giugno 2015. Target: +14

Stefania e Roberto sono due sposini siciliani sulla trentina. Il loro animo è però irrequieto: se da una parte sono intenti a costruirsi la loro casa, espressione di un avvenire stabile, dall’altra lui non riesce a stare a lungo fuori missione e accetta di tornare in Irak. Anche Stefania si ritroverà presto in Irak, per svolgere una missione umanitaria. Un viaggio che le farà conoscere gli orrori della guerra ma che diventerà per lei una scoperta di nuovi valori…

Iraq, estate del 2004. Stefania affronta il suo primo viaggio in aereo per visitare un paese ferito dalla guerra. Cosa spinge una giovane donna a lasciare la sua terra, la Sicilia, così ospitale ed accogliente, per recarsi al centro del cuore delle miserie umane?
La ricerca della verità, l’amore, il dolore. Stefania, infermiera a Gela, s’innamora di Roberto, militare dell’esercito con cui decide di sposarsi. I due giovani sognano una casa più grande, un futuro insieme, in cui immaginano di essere famiglia, di avere bambini, nonostante il timore del tumore e delle malformazioni, grave piaga che attanaglia la loro città, polo petrolchimico.

Per assicurarsi questo futuro, per poter realizzare il sogno, Roberto decide di partire volontario per l’Iraq.
La guerra, che è sempre un’inutile strage, trasformerà per sempre le loro vite.
Al ritorno da ogni missione, Roberto è sempre più diverso, cambiato, quasi incapace di calarsi nella realtà che gli è familiare, Stefania cerca di tenerlo aggrappato a sè, quasi come se fosse l’ancora in cui il marito possa trovare la motivazione per non tornare nel teatro desolato della zona di guerra, ma la tempesta spazzerà via, insieme alla quiete, ogni labile certezza, così come un ordigno spezzerà la vita di Roberto.

Una Storia Sbagliata è un film che racconta con sincerità e senza perbenismi quanto gli effetti deleteri della guerra non siano solo di natura materiale, ma soprattutto quanto feriscano l’intimità dell’uomo. È un film che presta attenzione allo stato psicologico dei personaggi, senza scadere nella fallace diatriba dei vincitori e vinti, mostrando, invece, un’incredibile sensibilità nel considerare il dramma umano nella sua interezza.

Una storia intensa che si muove tra flash back e flash foward, quasi a voler sottolineare l’irragionevolezza e l’assurdità di una storia, appunto, sbagliata. Interessante è senza dubbio l’attenzione prestata all’essere donna, con dei confronti interessanti, come per esempio donna occidentale e donna musulmana, donna moglie e donna madre.
Il messaggio del film arriva con sorprendente dolcezza e forza allo stesso tempo, e va premiato il tentativo assolutamente riuscito di far dialogare due culture differenti, accomunate dal dolore e dalla perdita, vicine in tutto ciò che è tremendamente umano e che si può scorgere anche solo attraverso gli occhi.

Valentina Ragaglia

Classe '91. Dottoressa in lettere moderne. Scrivo su diversi siti e portali online di informazione occupandomi di politica, cultura, attualità. Amo la mia terra, la Sicilia, perfetta sintesi poetica di assonanze ed ossimori. Adoro i gatti, il gelato, acquistare e leggere libri. Il mio motto è: «La bellezza nasce dai limiti, sempre.»