Wonder

0

Essere brutti al giorno d’oggi è come un peccato mortale. Forse la colpa è della pubblicità, che ci ha abituato a donne e uomini bellissimi, ma è così diffuso un sentimento ‘eugenetico’ intorno a noi che quasi quasi meglio morire che essere brutti, meglio stare chiusi in casa. Ci avete mai fatto caso che nelle foto delle copertine facebook siamo sempre tutti belli, affascinanti, fighissimi?

Ben venga allora un libro come Wonder, che racconta la storia di un ragazzino brutto. Brutto perché malato, affetto da una rara sindrome che deforma i tratti del viso e a cui neanche la chirurgia plastica più all’avanguardia (‘fa miracoli’, si dice… ma non è poi così vero) riesce a rimediare. Questo ragazzino si chiama August. Un bel giorno i suoi genitori decidono di vincere ogni remora e lo iscrivono in una scuola, una scuola ‘normale’. Dopo aver cercato di proteggerlo dalla società, dai giudizi della gente, si fanno coraggio: non possono nasconderlo per sempre. Inizia una storia di risolini, solitudine, vergogne, sguardi curiosi. Ma anche e soprattutto di amicizie, pregiudizi che vanno crollando uno dietro l’altro, vicende ordinarie ma viste con gli occhi di un piccolo ‘mostriciattolo’ che presto diventa il compagno più amato…

L’autrice di questo romanzo, R. J. Palacio, di professione fa il grafico e disegna copertine per libri. Dunque per deformazione professionale sta attenta alla facciata, a ciò che si vede. Un giorno mentre si trova al parco con i figli vede passare una bambina affetta dalla sindrome di Treacher-Collins, la stessa di cui soffre August. La cosa che più la colpisce non è il viso deforme della bimba, ma la propria reazione di panico, il desiderio di allontanare la figlioletta di tre anni. E anche un frase, pacata e serena, della mamma di quella bambina: “Dài, che forse è ora di tornare a casa”. Dentro di lei ha già iniziato a scrivere il suo romanzo. Un libro che aiuta a riflettere sulle nostre idee di ‘normalità’ e ‘stranezza’ e sui mille pregiudizi superficiali che guidano il nostro agire spesso in direzioni che, se riflettessimo un poco, non sceglieremmo.

SCHEDA DEL LIBRO
Titolo: Wonder
Autore: R. J. Palacio
Genere: Romanzo di formazione
Editore: Giunti
Età minima consigliata: 13 anni
Pagine: 285
Guido Vassallo

Insegno in una scuola media, ma la cosa che mi piace di più è imparare. Per questo leggo, per questo parlo con la gente e mi stupisco ogni volta dell'infinità dello spirito umano.