XXIII Giornata mondiale della gioventù

0

Il 17 luglio inizia la XXIII Giornata mondiale della gioventù, a Sydney. Cogitoetvolo non può ignorare l’evento, dato che i principali destinatari di questo sito sono i giovani.

Molti utenti che frequentano questo spazio "virtuale" sono cristiani (si capisce da quello che scrivono nei commenti), altri forse no… Ma il motivo per cui Cogitoetvolo si interessa della GMG è che il Papa parla ai giovani, a tutti i giovani del mondo. E un cuore giovane, indipendendemente dal suo credo religioso, non rimane indifferente quando si parla di speranza, di ottimismo, di un mondo migliore.

Per questo nei prossimi giorni riprenderemo le parole del Papa che, presumibilmente, continueranno a toccare questi temi tanto cari ai ragazzi oggi.

Iniziamo con il presentare alcuni passaggi del videomessaggio che Benedetto XVI ha dedicato, appena giunto a Sidney, al popolo australiano che ospita la GMG 2008 ed ai pellegrini che partecipano all’evento.

Guardo con grande attesa ai giorni che passerò con voi, specialmente alle occasioni per pregare e riflettere con giovani di tutte le parti del mondo.
(…)
Molti dei giovani hanno fatto grandi sacrifici per poter intraprendere il viaggio verso l’Australia, ed io prego che vengano largamente ricompensati.
(…)
Quanto ha bisogno il nostro mondo di una nuova effusione dello Spirito Santo! Molti non hanno ancora ascoltato la Buona Novella di Gesù Cristo; molti altri, per diverse ragioni, non hanno riconosciuto in questa Buona Novella la verità salvatrice che sola può soddisfare le attese più profonde dei loro cuori. E’ mia ferma convinzione che i giovani sono chiamati ad essere strumenti di questo rinnovamento, comunicando ai loro coetanei la gioia che hanno sperimentato nel conoscere e nel seguire Cristo, e condividendo con gli altri l’amore che lo Spirito riversa nei loro cuori, in modo che anch’essi siano colmi di speranza e di gratitudine per tutto il bene che hanno ricevuto da Dio, nostro Padre celeste.

Molti giovani oggi mancano di speranza. Rimangono perplessi di fronte alle domande che si presentano loro in modo sempre più incalzante in un mondo che li confonde, e sono spesso incerti verso dove rivolgersi per trovare risposte. Vedono la povertà e l’ingiustizia e desiderano trovare soluzioni. Sono sfidati dagli argomenti di coloro che negano l’esistenza di Dio e si domandano come rispondervi. Vedono i grandi danni recati all’ambiente naturale dall’avidità umana e lottano per trovare modi per vivere in maggiore armonia con la natura e con gli altri.

Dove possiamo cercare risposte? Lo Spirito ci orienta verso la via che conduce alla vita, all’amore e alla verità. Lo Spirito ci orienta verso Gesù Cristo. In lui troviamo le risposte che cerchiamo, troviamo le mete per le quali vale veramente la pena di vivere, troviamo la forza per continuare il cammino con cui far nascere un mondo migliore. La mia preghiera è che i cuori dei giovani che si riuniscono a Sydney per la celebrazione della Giornata Mondiale della Gioventù trovino veramente riposo nel Signore e possano essere colmati di gioia e di fervore per diffondere la Buona Novella fra i loro amici, le loro famiglie e tutti coloro che incontrano.

A questo punto non ci rimane che attendere le parole che il Papa rivolgerà ai giovani nei prossimi appuntamenti!

 

Saverio Sgroi

Educatore con una grande passione per tutto quello che riguarda il mondo dei giovani, dai quali non finisco mai di imparare. Per loro e con loro mi sono imbarcato su questa nave di C&V, di cui sono stato il "capitano" fino alla fine del 2016. Poi ho lasciato la barca ai più giovani, con la convinzione che sapranno condurla verso porti sempre più prestigiosi.